L’Ospedale Sant’Anna perde il facente funzione direttore di Chirurgia, preoccupazione di Castelnovo ne’ Cuori

Riceviamo e pubblichiamo.

___

Siamo venuti a conoscenza che il dottor Lorenzo Manzini, chirurgo generale incaricato pochi mesi fa come facente funzione direttore del reparto di chirurgia generale del Sant’Anna, lascia tale incarico per altra destinazione. La sua venuta era stata presentata come un chiaro segnale della volontà dell’Azienda Sanitaria e della Direzione Sanitaria dell’Ospedale di potenziare l’attività chirurgica, in particolare per quanto riguarda gli interventi di chirurgia maggiore e quelli in urgenza.

Questa prospettiva ci trovava assolutamente d’accordo, sia per il valore del professionista individuato e per l’ulteriore valorizzazione della equipe chirurgica,  sia per il conseguente mantenimento o potenziamento della terapia intensiva – rianimatoria che questo indirizzo avrebbe comportato, con l’effetto di innalzare la qualità e la capacità di gestione clinica dell’intero presidio.

Al contrario, il rapido cambio di rotta, il ruolo vacante che ne consegue con il più che probabile ridimensionamento delle prestazioni chirurgiche,  ci porta all’ idea contro cui combattiamo da tempo di un progressivo ridimensionamento e svuotamento del Sant’Anna.

Chiediamo pertanto alla Direzione Sanitaria dell’Ospedale il motivo di questo allontanamento, cosa ha in programma di fare, in particolare al di là della banale risposta che si sta già cercando un sostituto, in base a quale tipo di attività chirurgica in essere, e soprattutto in programma, si identificherà tale figura professionale.

Chiediamo per l’ennesima volta ai Rappresentanti dei cittadini della montagna di poter intervenire attivamente, e non solo come persone informate dei fatti a opere concluse, nelle decisioni che la Ausl prende sulla gestione della sanità nel nostro territorio, a partire dalla qualificazione del presidio ospedaliero, altrimenti avviato irreversibilmente al declino e alla chiusura.

 

La capogruppo consiliare

Nadia Vassallo

Castelnovo ne’ Cuori

 

Il capogruppo consiliare

Luca Maioli

Movimento 5 Stelle

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. A distanza di pochi giorni dalla scelta del dottor Lorenzo Manzini, chirurgo facente funzione di Direttore del Reparto di Chirurgia Generale dell’Ospedale Sant’Anna, questa mattina è avvenuta la presentazione del dottor Rosario Faraci, che prende il suo posto e la sua stessa funzione in seno all’ospedale castelnovese, punto di riferimento per tutto il territorio appenninico.
    Il dottor Faraci, siciliano di origine, in forza all’Ausl reggiana da diversi anni, ha nel suo curriculum anche un’intensa attività precedente sull’Appennino parmense. Ha inoltre lavorato a lungo in equipe con il dottor Valerio Annessi, direttore della chirurgia oncologica dell’Azienda Usl di Reggio.
    Questa mattina, insieme al dottor Giorgio Mazzi, Direttore del Presidio ospedaliero provinciale, al dottor Stefano Bonilauri, Direttore del Dipartimento Chirurgico dell’Ausl, al dottor Antonio Poli, Direttore dell’Ospedale, e alla Direttrice del Distretto Ausl Sonia Gualtieri, Faraci ha incontrato il Sindaco di Castelnovo Monti, Enrico Bini, che afferma: “Il dottor Faraci assume il ruolo di facente funzione di Direttore del Reparto di Chirurgia generale, in attesa che venga istituito il concorso: un ruolo importante, che dunque viene ristabilito a pochi giorni dalla decisione espressa dal dottor Manzini. Ringraziamo Ausl per questa celerità che segnala attenzione verso un reparto di grande importanza del nostro ospedale, e che va nel segno del pieno rispetto degli accordi inseriti nel PAL per gli ospedali di rete della provincia. L’incontro con il dottor Faraci è stato molto positivo: ha espresso non soltanto la sua disponibilità ma anche l’entusiasmo di lavorare in Appennino, un territorio che conosce ed al quale è affezionato, e ha elogiato l’Ospedale Sant’Anna per la sua dotazione sia per quanto riguarda i reparti e le tecnologie, che il personale. Credo sia un bel modo di iniziare una collaborazione che potrà essere rilevante e proficua”.

    Enrico bini

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48