Costi, sindaco di Casina: “Abbiamo cercato di raggiungere tutte le persone”. I numeri

Presentata in questi giorni “Persone in Comune”, una prima analisi ricca di dati e analisi sull’operato del Comune di Casina su progetti e strategie dell’amministrazione guidata da Stefano Costi.  “Il nostro obiettivo, è analizzare i numeri di questi primi quatto anni che, pur essendo incoraggianti, ci invitando a individuare le esigenze dei cittadini per il futuro”, spiega il sindaco.

 

WELFARE

 

“Fino al 2020 abbiamo realizzato  interventi per la prevenzione e alla promozione della salute – spiega l’assessora alla Salute e alle Politiche Sociali, Annalisa Violi -, per ridurre l’incidenza delle malattie e per favorire il mantenimento del benessere e della qualità della vita. Si contano 6 incontri a tema con specialisti, 1 progetto di attività fisica adattata per anziani, il sostegno a gruppi di cammino e 1 di avviamento alle tecniche yoga. Tra i progetti, spicca Lilt sulla prevenzione dei tumori al seno con visite specialistiche. In collaborazione con la sede Cri di Casina 1 progetto di Autosoccorso nel borgo di Banzola”.

“Sempre sul fronte welfare – prosegue l’assessore – la gestione del sistema locale dei Servizi sociali tramite l’Unione Montana dei Comuni dell’Appennino Reggiano ha funzionato, sia in termini di servizi centralizzati (area famiglia e della tutela dei minori, adulti e area della non autosufficienza) che di servizi territoriali organizzati. Nel nostro municipio il Polo 3 Casina-Carpineti ha mantenuto la sede organizzativa e operativa. I numerosi servizi socio sanitari di Casina per le persone più fragili hanno previsto lo stanziamento di 195.000 euro ogni anno”.

 

CULTURA

 

“Piazza Casina – spiega l’assessora Grazia Filippi Ferro - è  il percorso partecipativo per la riqualificazione del centro del capoluogo che coinvolto 450 persone. 1600 i visitatori, nei due anni precedenti al Covid, nelle visite guidate in costume al Castello di Sarzano.

La Scuola del Parmigiano Reggiano, dal 2018 è stata partecipata da ogni edizione da oltre 60 attori del paesaggio come destinatari del progetto. Sarzano è tornato a nuova vita con mostre i primo piano come quella dei fotografi Kai-Uwe Schulte-Bunert (900 visitatori), Fabrizio Cicconi, Mare Matrice (2000), dell'illustratrice Sonia Maria Luce Possentini (1000), olistica (500)”.

“Siamo il Comune dell’Ars Canusina e per questo abbiamo attuato una serie di iniziative per la sua valorizzazione. L’assessorato della cultura opera con un budget annuale di 28.000 euro, provenienti per il 60% da Regione e privati. Sul fronte scuola sosteniamo le scuole locali e il Piano dell’offerta formativa della dell’Istituto comprensivo Gregori con oltre 10.000 euro. Infine, la riqualificazione della Biblioteca/Centro culturale di Casina”.

 

COMMERCIO, ASSOCIAZIONISMO, GIOVANI

 

“Per i 30 espositori del mercato settimanale – spiega Maurizio Cineroli, vicesindaco e assessore al commercio – abbiamo ridefinito gli spazi per garantire le vie di fuga e migliorare la sicurezza all’interno dell’area. Un mercato mediamente partecipato da oltre 500 persone, svoltosi anche dopo il lockdown, ma comunque in periodo dell’emergenza, quando si sono controllati gli accessi”. Per il futuro è previsto il rinnovo di tutte le concessioni anche della fiera del Parmigiano Reggiano per ottemperare a quanto stabilito dal decreto legge 34/2020. “Il collegamento tramite riunioni o mail con i commercianti e le 34 associazioni di volontariato è stato propedeutico alle attività organizzate sul territorio sia per chiarire le possibilità di finanziamenti, bandi e contributi”.  Molte delle associazioni sono intervenute a sostegno delle attività, in particolare giovanili, promosse dal Comune: Fiera del Parmigiano Reggiano, Festa del Cicciolo, Fast Pulling, Gare Mountain bike, Paesaggio del Parmigiano Reggiano, le serate alla Sala dei principi, Street Food, Campi estivi. Tra le associazioni sostenute, Effetto Notte che organizza tanti appuntamenti (musica, teatro, danza, land art...) e ha in gestione gli spazi all'interno del Parco pineta.

“Cresciuta, infine, la Fiera del Parmigiano Reggiano. Pur contenendone i costi, grazie alle sinergie col Consorzio di tutela è stata promossa questa iniziativa oltre i confini provinciali. Prima del virus sono state mediamente oltre 20.000 le persone che vi hanno partecipato, 33 i caseifici da 4 province al Palio: un record”. Nel corso della Fiera, ricorda Franco Guidetti, consigliere con delega all’agricoltura: “sono stati premiati tutti i 39 ex casari storici del paese”. Sempre in tema agricoltura, la partecipazione al Progetto la Montagna del Latte ha favorito la premialità di 4 aziende agricole e una latteria del territorio.

 

LAVORI PUBBLICI E RIGENERAZIONE URBANA

 

Come prevedibile, in termini di valore i lavori pubblici fanno la parte del leone. Spiega l’assessore ai lavori pubblici Tommaso Manfreda: “ci siamo impegnati per garantire la viabilità in tutte le frazioni (dove vivono 3200 abitanti, il 70% della popolazione), questo grazie a opere di interventi e manutenzioni per 934.000 euro di cui 550 mila di finanziamenti regionali  (pronto intervento). Sul versante cimiteri abbiamo investito 221.000 euro su 3 cimiteri (con 45 nuovi loculi a Casina, sistemazione parcheggio a Migliara e messa in sicurezza sismica a Paullo)”.

In totale, a Casina, son giunti 4,2 milioni di investimenti a fondo perduto dalla Regione Emilia Romagna per opere pubbliche che hanno generato opere per 5,3 di investimenti. Spicca, con 700 mila euro dedicati, l’ampiamento della palestra comunale (con nuovi spogliatoi e risparmio energetico) della scuola secondaria Enrico Fermi: i lavori si concluderanno a primavera. La prima caldaia a cippato della provincia alimenta ora il plesso di via Simonini (400 mila euro). Considerevole l’intervento per il Centro culturale Casa della Cultura Ada Gregori (500 mila euro), dove ora trovano un elegante spazio la Biblioteca Bresciani, lo  Spazio Bimbi, la Sala cultura, area espositiva e salette per associazionismo. La Riqualificazione di Piazza Casina (1.450.000 euro) vede già appaltati i lavori dall’Unione e, oltre al già avvenuto abbattimento di un fabbricato obsoleto, l’imminente nascita di uno spazio agorà per il paese, arricchito da lavori di pavimentazione in pietra e realizzazione di infrastrutture e abbattimento delle barriere architettoniche. Non ultimo un nuovo parco urbano al Peep, con nuovi giochi e maggiore sicurezza”.

 

PROMOZIONE TURISTICA E SPORT

“Storia, camminatori, villeggianti sono il focus del lavoro sul turismo – riprende Maurizio Cineroli, assessore anche al turismo  -.  Per questo il Comune ha aderito al Circuito dei Castelli, abbiamo compartecipato alla spesa di 120.000 euro, per la qualificazione della Via Matildica del Volto Santo ora identificata da cippi in arenaria da Bergogno, Cortogno, Sarzano, Migliara. Segnalo la riqualificazione del suggestivo e poco conosciuto Lago dei Pini, per il completamento del Sentiero della salute (135 mila euro, entro l’estate la conclusione). Il rilanciato del gemellaggio con la cittadina tedesca di Fritzlar ha movimentato 200 persone, con moltissimi giovani, tra cultura e storia. In questo senso abbiamo inserito la Pieve di Paullo di Casina tra i Luoghi del Cuore del Fai”.

“Sul versante sportivo in collaborazione con le associazioni del territorio sono ripresa le gare in salita. Affitto delle strade per provare macchine da Rally. Gruppi di cammino Uisp. Raduno di biciclette Val Tassobbio.

 

 

4 anni in numeri

 

OPERE E RISORSE

  • 934.000 euro dedicati alla viabilità per le frazioni
  • 4,2 milioni di opere pubbliche a fondo perduto dalla Regione Emilia Romagna
  • 5,3 gli investimenti generati
  • 3 le scuole su cui si è intervenuto
  • 1 palestra ammodernata con 700 mila euro
  • 1 la prima caldaia a cippato della provincia a servizio di 3 realtà
  • 3 cimiteri sui quali si è intervenuti con 221.000 euro di spesa
  • 45 i nuovi loculi
  • 0,8 milioni di euro per sostenere il sociosanitario in 4 anni

 

 

PERSONE

  • 70% le persone che vivono nelle frazioni
  • 450 le persone coinvolte in Piazza Casina, per la riqualificazione urbana
  • 20.000 persone alla Fiera del Parmigiano Reggiano
  • 33 caseifici iscritti all’ultimo Palio da 4 province
  • 39 gli ex casari storici del paese premiati
  • 500 le persone che affollano il mercato settimanale con 30 espositori
  • 34 associazioni di volontariato coinvolte nelle diverse iniziative
  • 1600 persone a Sarzano per Visite guidate in costume
  • 500 persone alle mostre a Castello di Sarzano
  • 200 le persone coinvolte nei gemellaggi con Fritzlar
  • Alcune centinaia le persone alle 6 serate a tema salute e benessere

 

 

 

LUOGHI

  • 1 lago segreto riscoperto: è il Lago dei Pini
  • 1 Comune dove è possibile affittare le strade dei Rally
  • 1 Via Matildica del Volto Santo per i camminatori, 14 sentieri Cai e altri sentieri
  • 1 Pieve tra i luoghi del Cuore del Fai: Paullo
  • 1 Parco pubblico riqualificato nel capoluogo

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48