E’ mancato all’improvviso Alberto Poletti, grande cordoglio in montagna

È mancato all'improvviso nella notte per un malore Alberto Poletti di Vallisnera, Ventasso.

La notizia appresa in mattinata, ha lasciato l'intera comunità sconvolta e dispiaciuta per la perdita improvvisa di una persona ancora giovane e attiva.

Lascia la compagna Monica, i genitori Renato e Nicoletta, il fratello Andrea, la cognata Francesca e i nipoti Stefano e Giulia.

Una vita attiva dicevamo stroncata a soli 49 anni da un infarto.

Sui canali social si stanno moltiplicando i messaggi da quando oggi è uscita la notizia.

Ne riportiamo alcuni:

Lorenzo Libri: Alberto...sapevo di volerti bene come sapevo il bene che mi volevi...ora l'ho capito veramente quanto fosse forte il bene che ci volevamo....ERI SPECIALE AMICO/COMPAGNO/ULTRAS ❤ d'ora in avanti tiferò anche per la tua Reggiana

Katia Palladini: Alberto Poletti, che brutta notizia. Sei riuscito per una volta a mettermi zitta! Non è da tutti. Vorrei sorridere, come sono convinta che vorresti che facessimo, ma non ci riesco, non oggi! BELLA CIAO Alberto, quanti cori che farai da lassù, hai da istruire tutta una curva di ultras con le ali adesso... Sarai quello col sorriso più luminoso di tutti.  Un abbraccio alla tua amata famiglia .

Manuela Romeo: Io non ho conosciuto l'Alberto degli Ultras.
Ho conosciuto l'Alberto un po' scanzonato che, con le mani in tasca, tirava calci ad ogni pallone ammaccato che trovava sotto i portici del nostro palazzo.
Ho conosciuto l'Alberto che la notte del 12 luglio 1982 caricava chiunque sulla bici di suo nonno e correva tra le case gridando "Abbiamo vinto! Abbiamo vinto!". Io nel frattempo mi tenevo stretta alla sua maglietta sudata e con una mano un po' scuotevo la scatoletta dei formaggini Belpaese in cui avevamo messo dei sassi, un po' sventolavo una specie di bandiera su cui avevamo scritto, sputando dentro pennarelli vecchi tra risate e prese in giro, "Forza Azzurri!". I nostri cuori di bambini erano così gioiosi che sembrava di avere delle ali al posto dei pedali.
Ho conosciuto l'Alberto che cantava "Colpa d'Alfredo", sollevava le sopracciglia e puntava l'indice al cielo, proprio come Vasco.
Ho conosciuto l'Alberto seduto sugli scalini, contemplatore, re silenzioso dei palazzi, paziente come i lunghi pomeriggi d'estate.
Poche parole, anzi scatti di parole, quelle perfette.
Ho conosciuto l'Alberto che sulla corriera inchiodava le ginocchia al sedile anteriore e, nello spazio tra gli schienali di fronte, incastrava i suoi occhi sinceri, pungeva con quel nero fermo chiunque salisse.
Ho conosciuto l'Alberto del mare, che non osava avventurarsi fin dove l'acqua gli superava il bacino.
Ho conosciuto l'Alberto delle montagne, innamorato di quella luce divina, sicuro alla guida tra le note dei CCCP.
Ho conosciuto l'Alberto che tornava da scuola, sbatteva il cancello del giardino e per prima cosa chiamava sua nonna.
Ho conosciuto l'Alberto che avrebbe strangolato il mio gatto, ma che mi diceva sempre dove cercarlo quando scappava.
In ogni situazione, in ogni luogo, in ogni momento, c'era una cosa in lui che, come un sole, dominava tutto e tutti, e senza finzioni o congetture: una bontà immensa, coraggiosa, la capacità di far star bene gli altri, la saggia leggerezza di chi è al mondo solo di passaggio e merita molto, molto di più. Grazie Alberto.

La camera ardente è stata allestita a Castelnovo ne' Monti ed è possibile visitarla da oggi.

I funerali avranno luogo martedì 9 marzo, si partirà alle ore 9.15 dalla Camera ardente del S. Anna verso la chiesa di Vallisnera dove si svolgerà la messa alle ore 10, al termine avrà luogo la sepoltura nel cimitero locale.

In questo momento di grande dolore ci stringiamo alla famiglia.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

10 Commenti

  1. Non ho parole, ci mancherai, bella ciao Alberto. Un abbraccio a tutta la famiglia.

    Alessandro

    Rispondi
  2. Condoglianze da un tuo ex compagno di lavoro Giuseppe.

    Giuseppe

    Rispondi
  3. Ciao Alberto R.I.P.

    Luchino

    Rispondi
  4. condoglianze vivissime

    alessandro

    Rispondi
  5. Sentite condoglianze a tutta la famiglia .
    Marino Friggeri
    Daria Galassi

    MARINO FRIGGERI

    Rispondi
  6. Tante condoglianze ad Andrea e famiglia

    adonella silvetti

    Rispondi
  7. Sentite condoglianze a Renato, Andrea, Monica e tutta la famiglia per questo immenso dolore. Un abbraccio

    dolci domenico

    Rispondi
  8. E quando il ghetto sarà in cielo, io voglio essere con loro. R.I.P.

    Cristian

    Rispondi
  9. Oggi, ho appreso la brutta notizia della tua scomparsa, sembra ieri sull autobus che ogni mattina ci portava all Itis, passando il tempo a ridere e discutere di musica, calcio e quant’altro, ti ho sempre ricordato con affetto, un abbraccio a tuo fratello e ai tuoi cari, Ciao Albe

    Dimitri

    Rispondi
  10. In questo momento di grande dolore porgo le mie più sentite condoglianze alla famiglia.

    Martino Dolci

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48