Ventasso, intervento da 350 mila euro per il consolidamento della frana di Gazzolo

A Ventasso, un intervento da 350 mila euro per il consolidamento del versante interessato dalla frana di Gazzolo.  I lavori in corso prevedono la realizzazione di paratie di pali di sostegno, per garantire la sicurezza delle abitazioni e della strada provinciale. L'assessore Priolo: "Opere strategiche per la sicurezza di chi vive e lavora in questa parte di Appennino".

Il cantiere- realizzato dall’Agenzia per la sicurezza territoriale e la Protezione civile - fa parte dei 15 interventi finanziati con oltre 4,5 milioni di euro del Piano Proteggi Italia 2020 per la mitigazione del dissesto idrogeologico.  Attraverso opere strutturali di contenimento, i lavori puntano a mettere al sicuro la strada provinciale 57 e il centro abitato dove l’evento franoso lesiona e minaccia la strada e almeno quattro abitazioni.

“Si tratta di opere importanti per chi vive e lavora in questo angolo di Appennino - spiega l’assessore regionale alla Difesa del suolo e Protezione civile, Irene Priolo-. La vicinanza delle Istituzioni si denota proprio grazie a cantieri come questo che puntano a risolvere problemi concreti delle persone, in particolare nella nostra montagna, accrescendo la sicurezza territoriale e la qualità della vita”.

Le opere in corso

Sulla base dei monitoraggi eseguiti dai tecnici dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, il progetto - avviato a Gazzolo di Ventasso - prevede la costruzione di paratie di pali trivellati collegati in testa da travi di cemento armato, con tiranti d’ancoraggio e muro in cemento armato per il sostegno del terreno.

Attualmente si stanno realizzando due strutture di sostegno: la principale è collocata poco più a valle del ciglio della strada provinciale, mentre la seconda sarà posizionata per sostenere la nicchia di frana. A monte dell’opera principale, si realizzeranno inoltre una serie di pozzi profondi più di 15 metri con un diametro di un metro e mezzo, collegati da condotta di fondo per lo scarico verso valle delle acque sotterranee, in modo da abbassare i livelli di falda.

Completeranno l’intervento opere accessorie quali drenaggi tradizionali, riprofilatura del versante, sistemazioni morfologiche e la formazione di una rete di fossi.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48