Autostrada, uscita per Pietra di Bismantova e Castelnovo

Gli effetti del governo di larghe intese di Draghi si vedono anche a livello locale? Dopo quello sul punto nascite, ecco un nuovo parere unanime, questa volta in Commissione regionale territorio, in merito alla risoluzione, presentata (a suo tempo) dai consiglieri della Lega reggiani Gabriele Delmonte e Maura Catellani, affinché nella cartellonistica dell’autostrada A1, in corrispondenza dell’uscita di Reggio Emilia - perchè non anche a Campegine sia riportata anche l’indicazione turistica di Castelnovo nè Monti-Pietra di Bismantova.  La risoluzione impegna la Giunta regionale ad avviare un confronto con la società Autostrade per l’Italia, l’Unione dei Comuni dell’Appennino Reggiano e la Provincia di Reggio Emilia, al fine di inserire nelle cartellonistiche che precedono le uscite del casello autostradale di Reggio Emilia le diciture “Castelnovo nè Monti – Pietra di Bismantova” - Castelnovo ne' Monti scritto con l'accento anziché con l'apostrofo, ma sono dettagli ndr - .

“L’obiettivo - hanno spiegato Delmonte e Catellani - è quello di valorizzare il turismo dell’Appennino Reggiano. La zona della Pietra di Bismantova, infatti, è classificata come sito di interesse comunitario della rete Natura 2000 ed è compresa nel territorio del Parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano; richiama ogni anno decine di migliaia fra turisti, rocciatori e arrampicatori, essendo una palestra naturale di roccia tra le più conosciute in Italia. Castelnovo e la Pietra sono la “porta” dell’alto Appennino e quindi  anche il territorio del Crinale potrà giovarne a livello di indicazione turistica”.

Secondo i consiglieri Delmonte e Catellani, l’inserimento della località di Castelnovo 'nè' Monti e della Pietra di Bismantova – citata da Dante nella Divina Commedia - “sarebbe sicuramente importante per promuovere quella promozione territoriale a cui giustamente aspira anche la nostra Regione, rivolgendosi soprattutto ai tanti italiani e stranieri che percorrono quotidianamente il tratto della A1” concludono i consiglieri del Carroccio.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. È un’ottima iniziativa Ho apprezzato anche le motivazioni.Ha un significato importante per tutto l’Appennino.È buon segno l’unanimita con cui si è espressa la commissione. Non sarà facile giungere al risultato. Auspico vivamente perciò che l’impegno possa essere espresso anche dall’ intero Consiglio Regionale e venga portato avanti fino al successo.Il nostro territorio merita di essere promosso anche nei punti di sosta “ Sei in un paese meraviglioso “ . Questo è un primo passo ,ma ogni viaggio comincia con un primo passo. Il Parco Nazionale-che ha chiesto al Ministero dell’Ambiente di segnalare i Parchi nazionali sull intera rete autostradale sosterrà l iniziativa in ogni sede. Nel frattempo ne ha attivato una propria ,direttamente presso Autostrade per l’Italia spa, per installare una segnalazione dell’ Appennino come Biosfera Unesco.

    Fausto Giovanelli

    Rispondi
  2. A proposito, ne’ con l’apostrofo “apocope” significa che sta al posto di una vocale
    in questo caso la i, invece nè accentato significa “non c’è”, perciò fate voi o “nei Monti” o “senza Monti”

    EldaZannini

    Rispondi
  3. Ottima idea, forse era da pensarci molto prima…ma i politici della nostra montagna hanno sempre troppo da fare…

    alle

    Rispondi
  4. Speriamo che i consiglieri leghisti prima di cimentarsi con la lingua italiana ,in futuro chiedano lumi alla Sig.a. Zannini!

    Francesco Maggiali

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48