Home Cronaca Casina, ritrovato ordigno bellico in cantina. Allertati gli artificieri dell’esercito

Casina, ritrovato ordigno bellico in cantina. Allertati gli artificieri dell’esercito

13
0
Foto da "La Gazzetta di Reggio"

Sullo scaffale di una cantina, in mezzo a bottiglie di vino vuote e nessuno se n'era finora accorto. Così l'ordigno bellico risalente alla Seconda guerra mondiale giaceva indisturbato all'interno di una cantina in disuso posta al piano terra dell'edificio in via Predale a Casina, fino a quando - durante le fasi di ristrutturazione della casa - qualcuno ha riconosciuto l'ordigno e ha dato l'allarme.

Nella giornata di giovedì 11 marzo, gli artificieri dell'esercito sono quindi intervenuti per disinnescare la granata d’artiglieria da 75 millimetri di diametro, di fabbricazione italiana. I carabinieri di Casina si erano già mobilitati per interdire l'accesso all'abitazione, mentre la Prefettura richiedeva l'invio degli artificieri.

Gli specialisti provenienti dal 2° reggimento Genio pontieri di Piacenza sono giunti sul posto in mattinata e hanno provveduto a neutralizzare la granata. L’ordigno è stato trasportato, in massima sicurezza, in un’area demaniale poco distante, dove è stato fatto brillare. "Nonostante siano passati oltre 70 anni, i ritrovamenti avvengono quotidianamente – spiegano i militari–. In ogni caso, questi residuati bellici risultano ancora potenzialmente molto pericolosi, quindi non vanno toccati ma segnalati alle forze dell’ordine".