Home Homepage Cambio della guardia alle Farmacie di Baiso srl

Cambio della guardia alle Farmacie di Baiso srl

146
0

Lo storico farmacista di Baiso, dottor Magnani Giovanni, lascia la professione che lo ha visto impegnato per oltre trent'anni dietro al banco della Farmacia Comunale di Baiso, per la meritata pensione.

Il dottor Magnani è una figura storica di Baiso e di lui si parla come di una persona sempre disponibile a dare utili consigli e vero punto di riferimento per le persone più anziane.

Il farmacista ha vissuto le varie fasi storiche del settore, dalla trasformazione del ruolo della farmacia e del medico farmacista alla modernizzazione del sistema sanitario, dalla vendita del farmaco a quella di prodotti sempre più eterogenei per tipologia, dall'aggiornamento dei servizi complementari per i cittadini al Farmacup.

In tempo di pandemia Magnani è stato particolarmente presente, assicurando sempre la consegna a domicilio dei farmaci e l'esecuzione dei vari test anti Covid.

Un anziano cliente dichiara “mi ha salvato la vita con i suoi consigli”, che rende bene l'idea della stima e della passione che il dottor Magnani ha speso nella sua professione.

“Le Farmacie di Baiso srl rimangono un punto di riferimento irrinunciabile per la comunità di Baiso – conferma il Sindaco Fabrizio Corti – e l'esperienza del dottor Magnani costituisce un modello che il passaggio di testimone saprà certamente valorizzazione e rivalutare”.

Prende infatti il posto dello storico farmacista la dottoressa Larocca Miriam, giovane ed intraprendente farmacista che saprà coniugare l'esperienza trasmessa con un'ottica verso le nuove sfide del futuro, come l'auspicata possibilità di somministrare il vaccino.

Prosegue il sindaco Corti “L'amministrazione è felicissima di dare il benvenuta alla dottoressa Larocca, augurandole di poter ottenere da questa nuova esperienza tutta la soddisfazione professionale che desidera.”

Dottoressa Larocca, lei è davvero molto giovane, possiamo chiederle quanto anni ha?

Ho 29 anni.

Com’è cambiata la sua professione nel tempo e cosa significa, oggi, essere titolare di  Farmacia?

Penso che la farmacia di oggi sia più simile di quanto si pensi a quella del passato. Abbiamo sicuramente più mezzi a disposizione, e più possibilità, ma anche più concorrenza, se pensiamo alla grande distribuzione organizzata o alla vendita via internet. Il plus che il farmacista può e deve dare sta nel rapporto con il cliente-paziente, proprio come una volta. Un rapporto di fiducia, che spinga il paziente a rivolgersi al farmacista per un consiglio, un’informazione, un aiuto o un servizio. Questo è un altro punto importante: la farmacia oggi sempre più si trova a poter dare servizi oltre che prodotto, e quindi ad essere, ancora una volta, un punto di riferimento per il cittadino. Essere titolare di farmacia oggi vuol dire quindi essere pronti a recepire continui cambiamenti e a muoversi di conseguenza, tenersi aggiornati e, soprattutto, mantenere sempre un contatto diretto con la clientela. Conoscere il proprio bacino di utenza e le sue esigenze, averne cura ed ascoltarlo. Sono queste le basi su cui il titolare deve muoversi e fare le proprie scelte, fra infinite possibilità diverse.

Quali sono le innovazioni sulle quali lei farà leva?

Cercherò di dare più servizi possibili, visto il periodo storico. Presto, ad esempio, inizieremo con i tamponi rapidi in farmacia, su appuntamento e, successivamente, spero anche con le vaccinazioni. Stiamo aspettando disposizioni in merito, ma ci siano già resi disponibili. Mi piacerebbe inoltre ampliare il reparto dermocosmetico e quello dietetico-nutrizionale, essendo ambiti su cui ho orientato la mia formazione specialistica.