La partîda a bòci

https://www.facebook.com/100000365855739/posts/4082465605108928/?d=n

Le ricordate le domeniche di sessanta anni fa? Per noi di Castellaro, Donadiolla, Legoreccio il centro di attrazione era Casalecchio, presso i Guidetti. Costoro avevano una piccola bottega di generi di prima necessità, con annessa osteria e gioco da bocce. C'era, insomma, la possibilità di passare il pomeriggio della domenica in compagnia. Tra gli assidui frequentatori del gioco delle bocce c'era un mio zio da parte di nonna, Eusebio Rabotti. Dopo una vita trascorsa a Genova era tornato a passare gli ultimi anni al paese natio. Qualche anno dopo quella foto mi ha ispirato la poesia che vi propongo. (Cliccare sul link per vedere il filmato https://www.facebook.com/100000365855739/posts/4082465605108928/?d=n

A chi interessa la traduzione la può trovare dopo i titoli di coda.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48