Home Cronaca Toano, preleva dal conto della ex suocera: denunciata dai carabinieri

Toano, preleva dal conto della ex suocera: denunciata dai carabinieri

2
0

Furto e indebito utilizzo di bancomat l'accusa mossa a una 43enne reggiana dai carabinieri della stazione di Toano: in 5 giorni prelevati 2.500 euro.

Quando si è accorta che dall’interno del suo portafoglio mancava il bancomat, ha immediatamente verificato il suo conto bancario. Così una 84enne di Toano ha scoperto che in 5 giorni, dal 10 al 15 dicembre dello scorso anno, le sono stati prelevati un complessivo di 2.500 euro da varie postazioni ATM dislocate in alcuni comuni dell'Appennino reggiano.

Si è quindi rivolta ai carabinieri della stazione di Toano, denunciando il furto del bancomat e il conseguente indebito uso, scoprendo amaramente che la responsabile del furto e degli indebiti prelievi era l’ex fidanzata del figlio. La donna lo sfilava sistematicamente dalla borsa della vittima, dove lo riponeva subito dopo averlo utilizzato per prelievi di denaro contante.

Per questi motivi, con l'accusa di furto continuato e indebito utilizzo di bancomat, i carabinieri della stazione di Toano hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia una 43enne reggiana abitante a Castelnovo ne' Monti. La donna, posta davanti alle prove raccolte dai carabinieri, ha ammesso le proprie responsabilità tra il profondo dispiacere della vittima nell’aver scoperto l’ex fidanzata del figlio essere la responsabile degli addebiti.

Secondo quanto emerso dalle risultanze investigative, l'indagata venuta a conoscenza del codice segreto del bancomat a ridosso delle festività natalizie, prelevava dal portafoglio della mamma dell'allora fidanzato il bancomat effettuando prelievi in contanti. Dopo i prelievi di contante aveva cura di riporre il bancomat nel portafoglio della vittima, ad eccezione dell'ultimo utilizzo. Errore che gli ha costato la denuncia.

Articolo precedenteCarpineti vede la luce, banda larga vendibile e funzionante
Articolo successivoVia libera al Johnson & Johnson, Ema: “I benefici superano i rischi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.