Home Cronaca A Castelnovo si sono conclusi i percorsi di psicomotricità del progetto Multisport...

A Castelnovo si sono conclusi i percorsi di psicomotricità del progetto Multisport ne’ Monti

2
0

Si sono conclusi i percorsi di psicomotricità del programma Multisport ne’ Monti, un progetto di Polisportiva Quadrifoglio S.C.S.D. sviluppato in accordo di partenariato con Comune di Castelnovo ne’ Monti, con il sostegno di Legge 8 Regione Emilia Romagna ed in collaborazione con i partner di progetto IC Bismantova, Eduiren, P.A. Croce Verde di Castelnovo ne’ Monti e varie Associazioni Sportive del territorio.

Il progetto ha coinvolto le sezioni dei plessi di Felina e Castelnovo Monti nel periodo aprile - giugno 2021: si sono svolti cicli di 7-8 incontri con Laura Campioli, Paolo Moggi ed Alice Migliari, gli psicomotricisti della Associazione Enfant Terrible che hanno collaborato con Polisportiva Quadrifoglio di Castelnovo ne’ Monti per la stesura e l’attuazione del percorso di attività psicomotoria nelle scuole dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo Bismantova.

La pratica psicomotoria proposta ha privilegiato il gioco spontaneo, il movimento e la rappresentazione identificando nell’azione e nel piacere che essa genera il mezzo per favorire nei bambini la scoperta e la conquista del mondo che li circonda. Il bambino non gioca per imparare, ma impara perché gioca e questo è avvenuto nelle sale di pratica psicomotoria, allestite presso il Centro Coni di Castelnovo ne’ Monti e presso il plesso scolastico di Felina, in spazi ricchi, vari e colorati.

Gli Psicomotricisti hanno lavorato in coppia accogliendo le produzioni dei bambini, condividendo le loro emozioni e il loro piacere di essere accompagnati nel percorso di crescita. Nel rispetto dei protocolli Covid e per favorire il miglior approccio alle attività ogni sezione è stata suddivisa in due gruppi. Una scelta che ha determinato tempi di intervento più lunghi, ma che ha garantito la qualità delle proposte. Nel programma di attività non sono mancati gli incontri organizzativi ed i momenti di confronto fra esperti ed insegnanti e la serata dedicata ai genitori a fine percorso.

La psicomotricista Laura Campioli commenta così l’esperienza vissuta “È stato un percorso ricco, stimolante, emozionante, divertente che ha dato l’opportunità ai bimbi di esprimere le loro emozioni, i loro vissuti più profondi, le paure, le gioie e i desideri attraverso il gioco senso- motorio e simbolico, nella relazione con gli altri. E’ stata una esperienza molto positiva grazie anche alla stretta collaborazione con gli insegnanti di tutte le sezioni”.