Home Homepage Bando regionale: circa 1,7 milioni di euro a sostegno di attività non...

Bando regionale: circa 1,7 milioni di euro a sostegno di attività non agricole in zone rurali

33
0

Al via il bando regionale contro l'abbandono territoriale. Presentazione delle domande entro il 15 settembre

Attività commerciali, studi professionali, attività di servizio alla persona, sono solo alcune delle attività sostenute con il bando "Aiuto all’avviamento di imprese extra-agricole in zone rurali". La Regione, infatti, mette a disposizione quasi 1,7 milioni di euro con l'obiettivo di aumentare l'occupazione e la diversificazione produttiva delle aree rurali con problemi di sviluppo (zone D), contribuendo positivamente ai processi di innovazione in area rurale e al mantenimento di un tessuto sociale in quei territori altrimenti potenzialmente soggetti ad abbandono. Sono, infatti, sostenuti interventi, proposti da persone fisiche residenti in zone D, finalizzati a favorire l'avviamento di nuove attività imprenditoriali in ambito extra-agricolo, oppure ampliare con nuove attività, imprese già presenti sul territorio.

Il progetto dovrà essere corredato da un programma di sviluppo aziendale da svilupparsi su un arco temporale di durata pari a 24 mesi, con la definizione delle tappe essenziali e degli obiettivi, e, specificamente, i particolari di ogni azione necessaria per lo sviluppo aziendale, incluse quelle inerenti:

  • la rispondenza a criteri di sostenibilità energetica, ambientale degli interventi;
  • le ricadute positive in termini di occupazione;
  • il settore di attività, con particolare attenzione al livello di innovatività del progetto.

Sarà riconosciuto un punteggio prioritario ai giovani che non abbiano superato il 35° anno di età e alle donne.

Il sostegno, pari a 20.000 euro per ciascun progetto ammesso, copre spese di tipo materiale e immateriale purché funzionali e riconducibili alle attività che verranno finanziate. Le domande di sostegno saranno raccolte fino alle ore 13.00 del 15 settembre 2021.

Per maggiori informazioni scrivere ad uno dei seguenti indirizzi e-mail: [email protected]  - [email protected]

Articolo precedenteRiserva di Biosfera MAB Appennino: nasce il Manifesto per il Paesaggio del Parmigiano Reggiano di Montagna
Articolo successivoVillacultura presenta a Villa Minozzo l’incontro con gli autori della guida fotografico-escursionistica “Val d’Asta”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.