Home Diocesi ne' Monti Bollettino pastorale di Carpineti: ripresa dell’attività catechistica sabato 2 ottobre

Bollettino pastorale di Carpineti: ripresa dell’attività catechistica sabato 2 ottobre

9
0

UNITÀ PASTORALE DI CARPINETI (335/8257036)

 San Prospero, San Biagio, San Donnino, San Pietro, Onfiano, Pantano, Pianzano, Poiago e Pontone

Vita parrocchiale dal 26 settembre al 03 ottobre 2021

DOMENICA 

26 settembre

Giornata del Migrante e del Rifugiato

S. Messe: Carpineti ore 8.30 (def. Gasperini Franco) ore 11.15 (pro populo)

ore 18.00 (libera intenzione)                Pontone   ore 10.00         Pantano ore 10.00          

LUNEDI’

27 settembre

 
A volte anche gli uomini di Dio cedono alla meschinità e alla gelosia, come Giosuè e poi i discepoli di Gesù, che vorrebbero impedire che i doni di Dio giungano anche ai lontani.

Ma Dio è libero nel concedere  i suoi doni a chi vuole.

Memoria di san Vincenzo de’ Paoli

S. Messa: ore 18.00 (def. Saccaggi Dazio, Adelmo e Angiolina)

MARTEDI’

28 settembre

S. Messa: ore 18.00 (def. Franchini Agnese)
MERCOLEDI’

29 settembre

Festa dei Ss. Michele, Raffaele e Gabriele Arcangeli

S. Messa: ore 10.30 (def. Franzoni Nando)

GIOVEDI

30 settembre

Memoria di San Girolamo

Messa: ore 18.00 (Messa di apertura anno scolastico)

VENERDI’

01 ottobre

Memoria di S. Teresa di Gesù Bambino

S. Messa: ore 18.00 (sec. int. di Capitani Paolo)

SABATO

02 ottobre

Memoria dei Ss. Angeli Custodi

S. Messe festive: ore 15 inizio catechismo       18.00 a S. Donnino   ore 20.00 a Velluciana

DOMENICA

03 ottobre

S. Messe: Carpineti ore 8.30 (def. Saccaggi Luigi, Cristina e Vasco) ore 11.15 (pro populo)

ore 18.00 (def. Lanzi Loris)                Pontone   ore 10.00        Pantano ore 10.00          

MEDITAZIONE DOMENICALE. Il bene nel nome del Signore non ha confini. “Fossero tutti profeti nel popolo di Dio”. Così la Liturgia della Parola di questa domenica ci insegna a evitare il male e ad essere sempre felici del bene, da chiunque esso sia compiuto. La prima lettura narra come lo Spirito di Dio scende sui collaboratori di Mosè e sugli altri due, rivelando la libertà dei doni del Signore. La seconda lettura, presa dalla Lettera di Giacomo, critica gli empi, i ricchi e gli oppressori dei giusti, aiutando a capire il giudizio di Dio. Nel vangelo, Gesù permette che si facciano miracoli nel suo nome, anche da parte di chi non è suo discepolo. Il bene ha origine sempre dal Signore: anche il più piccolo gesto, come dare un bicchiere d’acqua, ai suoi occhi è prezioso. Essere capaci di riconoscere il bene e apprezzarlo ovunque sia fatto e senza invidie, è tanto decisivo per la salvezza quanto evitare il male. Perciò non bisogna scandalizzare i piccoli della comunità.

RIPRESA DALL’ATTIVITA’ CATECHISTICA. Giovedì scorso mi sono incontrato con i catechisti per programmare l’anno 2021/2022, tenendo conto delle norme prescritte dal Governo per la scuola che valgono anche per gli incontri di catechismo. Ho trovato la disponibilità di catechisti che ringrazio, come comprendo anche le difficoltà di chi quest’anno non l’ha rinnovata. Si è concordato di iniziare gli incontri dei bambini e dei ragazzi con le modalità dello scorso anno cioè con la celebrazione della messa di sabato pomeriggio alle ore 15, per tutti i gruppi, in chiesa, iniziando sabato 02 ottobre che, tra l’altro, ricorda la festa degli Angeli Custodi, ai quali ci affidiamo perché tutto possa procedere in ordine e sicurezza. Successivamente, se sarà possibile, inizieremo, a gruppi alternati negli ambienti parrocchiali, il catechismo in presenza, garantendo il distanziamento e la sanificazione degli ambienti. Ho il piacere di comunicarvi chi mi affiancherà nel prezioso e indispensabile servizio della catechesi, iniziando dalla classe seconda primaria affidata a Medici Benedetta e Torlai Anna, la terza sarà seguita da Suor Anna e Costi Sara, la quarta da Baldelli Noemi e Munari Aurora, la quinta da Scardova Virginia, la classe prima media sarà seguita da Misciuto Pietro e la seconda media da Gatti Zita, Suor Maria Pia e Misciuto Pietro. Il gruppo giovani da Scardova Virginia. Chiedo ai genitori che saranno contattati dai catechisti e, in particolare, a quelli di seconda e terza primaria che non hanno ancora mai fatto catechismo, di prendere contatti con la parrocchia per esprimere la volontà di far partecipare i loro figli. Se sarà possibile, cercheremo di far recapitare il modulo come gli altri anni, che poi verrà restituito ai catechisti. Augurando a tutte le famiglie ogni bene, attendo i bambini e i ragazzi per incontrarli e parlare loro di Gesù.

LA GIORNATA MONDIALE DEI MIGRANTI. La Fondazione “Migrantes” è l’organismo costituito dalla Conferenza Episcopale Italiana per accompagnare e sostenere le chiese particolari nella conoscenza, nell’opera di evangelizzazione e nella cura pastorale dei migranti, italiani e stranieri, per promuovere nelle comunità cristiane atteggiamenti e opere di fraterna accoglienza nei loro riguardi, per stimolare nella società civile la comprensione e la valorizzazione della loro identità in un clima di pacifica convivenza, con attenzione alla tutela dei diritti della persone, della famiglia migrante e alla promozione della cittadinanza responsabile dei migranti. Anche nella nostra Unità pastorale stiamo dando accoglienza a migranti e rifugiati che si stanno inserendo gradualmente e positivamente tra di noi e questo soprattutto perché Cristo ce lo chiede.

GIOIA DI UN BATTESIMO. Oggi 26 settembre alle ore 17, nella nostra chiesa Maria Ausiliatrice, Ganassi Stefano e Olmi Michela portano al fonte battesimale la loro secondogenita Beatrice. Col permesso del loro parroco di Casalgrande, ho accettato volentieri di celebrare il Sacramento perché Michela è nata qui, si è sposata qui e qui ha battezzato il primogenito Federico. Carissimi genitori, quando i vostri bambini cominceranno la loro “educazione cristiana”, a scuola e al catechismo, ascolteranno parole grandi e bellissime come Padre, Amore, Perdono, Attesa, Spezzare il Pane, Risurrezione, Dono… per la maggior parte dei bambini saranno “scatole vuote”, parole senza alcun senso. Le subiranno per un po’, poi (di solito nell’adolescenza) abbandoneranno la Chiesa, per noia. Troppi si sono dimenticati che tocca alla famiglia “riempire” di senso le grandi parole “religiose”. La famiglia è la culla e la matrice della vita spirituale. È qui che si fa l’esperienza di Dio. “Nessuno ha mai visto Dio”, i bambini lo scoprono nella loro mamma e nel loro papà. È qui che scoprono il senso di parole come Accoglienza, Fedeltà, Stupore, Sacrificio, Mangiare insieme, etc. Si trasmette ciò che si vive. Sono certo che voi sarete capaci di dare loro questa testimonianza. Avete scelto per la vostra bimba il nome di Beatrice, che deriva dal latino e significa “colei che rende felici”. La felicità la desideriamo tutti. Sta certamente nelle piccole cose. Possa la vostra figlioletta per tutta la vita, assieme al fratello, essere la vostra più autentica felicità. Benvenuta Beatrice! Felicitazioni ai genitori!

Offerte ricevute. In occasione del battesimo di Dallari Mattia, i genitori per la chiesa. Vender Luisa per la parrocchia. Anonimo offerente per la chiesa di Pontone. A tutti grazie!

Articolo precedenteLa riflessione domenicale di Don Paul Poku: “Lo Spirito Santo è universale, anche per chi non è nella Chiesa”
Articolo successivoNuovi interventi di manutenzione stradale a Vezzano: da lunedì il via al primo cantiere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.