Home Homepage Ventasso, “Bonus Bebè”: assegno una tantum alle famiglie con figli nati nel...

Ventasso, “Bonus Bebè”: assegno una tantum alle famiglie con figli nati nel 2021

4
0

Il Comune di Ventasso apre un bando a sostegno della natalità e del reddito familiare. Il "Bonus Bebè" contribuisce con assegni una tantum al reddito delle famiglie con bambini nati nel 2021 per un importo massimo di 110 euro. Termine ultimo entro cui presentare domanda il 31 gennaio 2022.

Requisiti per l'assegnazione del contributo

Possono richiedere di beneficiare del contributo i nuclei familiari con uno o più figli nati nel 2021, residenti nel Comune di Ventasso e aventi la cittadinanza italiana:

  • figli nati o che nasceranno tra il primo gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021 (l’adozione è parificata
    alla nascita);
  • residenza anagrafica nel Comune di Ventasso di almeno uno dei genitori da almeno 6
    mesi precedentemente la nascita o adozione dei figli;
  • cittadinanza italiana;
  • cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea;
  • cittadinanza di uno Stato NON appartenente all’Unione Europea in possesso del titolo di
    soggiorno oppure permesso di soggiorno per asilo politico e/o protezione sussidiaria (ai
    sensi dell’art. 29 comma 3-ter Dlgs 251/2007 modificato dal Dlgs 18/2014).

Erogazione del contributo

Il contributo, da assegnare una tantum, consiste nel rimborso degli scontrini fiscali per acquisto di beni di consumo per l’infanzia e destinati alla cura del bambino (alimenti, pannolini, parafarmaci, etc.. – con esclusione dell’acquisto di farmaci) spesi o spendibili negli esercizi commerciali/farmacie del Comune di Ventasso fino ad un massimo di 110 euro al nucleo familiare che ne farà richiesta dietro presentazione dell’apposito modulo scaricabile dal sito istituzionale dell’ente, dichiarando il possesso dei requisiti richiesti.

L’erogazione dei contributi avverrà una volta presentati gli scontrini fiscali per acquisto di beni di consumo per l’infanzia e destinati alla cura del bambino (alimenti, pannolini, parafarmaci, etc. – con esclusione  dell’acquisto di farmaci) sostenute negli esercizi commerciali di Ventasso (RE) entro sei mesi dall’assegnazione del bonus bebè in oggetto.

Modalità e termini di presentazione della domanda

La domanda di richiesta di assegnazione del contributo deve essere redatta esclusivamente utilizzando l’apposita modulistica predisposta dal Comune e deve pervenire obbligatoriamente tramite:

  • raccomandata A.R.;
  • PEC all’indirizzo: [email protected];
  • a mano, previo appuntamento telefonico (0522/891954 – 0522/891911), presso gli uffici del Comune di Ventasso – P.zza 1° Maggio, n.3 – Cervarezza Terme;

Il modulo va consegnato entro e non oltre le 12 del 31 gennaio 2022. Le richieste pervenute oltre tale termine saranno considerate irricevibili. Non farà fede il timbro postale e per la PEC farà fede la ricevuta di avvenuta consegna. Il modulo della domanda è disponibile presso gli Uffici Comunali e sul sito web del comune di Ventasso.

Per maggiori informazioni, è possibile telefonare dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 13 ai numeri 0522/891954 – 0522/891911.

La busta, debitamente chiusa, contenente la domanda di assegnazione del bonus bebè deve recare la seguente dicitura: “BANDO BONUS BEBÈ ANNO 2021”; la stessa dicitura dovrà essere indicata nell’oggetto della PEC in caso di utilizzo di tale modalità di trasmissione.

Al modulo di richiesta di assegnazione, debitamente compilata, datata e firmata, dovrà essere
allegata una copia del documento di identità del richiedente in corso di validità e una copia di un documento che attesti la titolarità del soggiorno in corso di validità per coloro che abbiano cittadinanza di uno Stato NON appartenente all’Unione Europea.

L’Ente effettuerà il controllo sulla veridicità delle autocertificazioni incluse nella domanda. In caso di dichiarazioni false, l’interessato è passibile di denuncia all’autorità giudiziaria e di decadenza dai benefici ottenuti (ex artt. 75 e 76 DPR 445/2000)

Articolo precedenteDa Casina a Istanbul in bici: l’avventura di Ivano Filippi
Articolo successivoIl video sul Parmigiano Reggiano degli studenti di Modena e Reggio premiato a Roma da Anteas

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.