Home Homepage “La Storica”, a Reggio Emilia un esemplare unico di Fiat Multipla

“La Storica”, a Reggio Emilia un esemplare unico di Fiat Multipla

10
0

A Reggio Emilia, all'interno della concessionaria "F.lli Bonaccini", è esposta in questi giorni - e ancora per poco - un esemplare completamente restaurato di Fiat Multipla 1900, denominata "La Storica" per le dotazioni che la rendono pressoché unica nell’ancora abbondante, seppur vetusto, parco circolante di quest’auto. A presentare la sei posti è stata l'associazione Multipla Club Italia, fondato nel 2006 e con sede a Castelnovo ne' Monti, uno fra i tanti sodalizi automobilistici che riunisce proprietari ed estimatori della Multipla.

La vettura è stata acquistata in buone condizioni d'uso dal presidente Roberto Rocchi, insieme all’ingegnere Tommaso Ballatore, vicepresidente per il Centro Italia dell'associazione, dopo averla trovata in provincia di Verona. Si tratta di una Fiat Multipla 1900 di cilindrata con motore multijet immatricolata nel 2003 e destinata a diventare la vettura di eccellenza del club, soprattutto per la presenza di una serie di accessori poco richiesti dai clienti che la rendono rara, se non unica, nel suo genere.

Le dotazioni. L'ex proprietario l'aveva ordinata full optional, traendo spunto da quelle riservate al mercato estero: a cominciare dai getti lava fari anteriori, non così rari ma presenti solo sulle versioni extra-lusso prodotte fino al 2003, al davvero inconsueto doppio tetto apribile di cristallo, funzionante elettricamente e con tendina parasole (un optional che all’epoca costava ben 1.130 euro). Ma il fiore all'occhiello rimane l'introvabile stereo con incorporato il primo modello di navigatore satellitare a pittogrammi della Blaupunkt e realizzato appositamente per Fiat Multipla. In quegli anni era infatti assente sugli esemplari forniti alla stampa per le prove su strada, in genere ben equipaggiati.

Una Multipla, quindi, molto più curiosa di quella classica a tre sedili anteriori che tutti conosciamo. "Il 'Multiplista' è un utente molto particolare" - spiega il presidente del club Rocchi, peraltro comandante del distaccamento di Polizia Stradale di Castelnovo ne' Monti. Tra gli appassionati (e associati) del gruppo fan della Multipla, non mancano un maratoneta che ha dotato la vettura di doccia e tendalino - estraibile dal portellone - e chi ha privato l'auto dei sedili posteriori per allestire una zona notte con regolare omologazione. "Ogni mese arrivano al club tre-quattro richieste di informazioni da parte di automobilisti alla ricerca di una Multipla", assicura Rocchi. "Di fatto, è un’auto che interessa ancora a molte persone". Un target trasversale che riunisce appassionati dai campi più disparati: il vice presidente per il Nord Italia è è l’avvocato Luigi Maria Prisco, figlio del compianto vice presidente dell’Inter, mentre il responsabile per l’Italia del Sud è Nicolò Cuffaro, esperto di auto d’epoca.

A partecipare alla manifestazione reggiana per la presentazione dell'auto c’erano anche Armando Foresta, responsabile regionale del Registro Storico Fiat e Maiko Rosati, presidente del Camer (Club Auto Moto d’Epoca di Reggio Emilia), che hanno testimoniato il valore storico di questo modello. Per i più curiosi rimarrà esposta ancora qualche giorno: ma, ricordiamo, non è in vendita.

(Fonte Quattroruote.it)

 

 

 

Articolo precedenteCastelnovo: dal 12 ottobre ciclo di incontri proposti dall’Associazione Italiana Malattia di Alzheimer per gli ultra 60enni
Articolo successivoRingraziamento Emanuela Villa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.