Nasce “readER”, la biblioteca digitale per le scuole dell’Emilia Romagna: gratuiti più di 70mila ebook

"Un progetto dal profondo valore per il diritto allo studio e di contrasto alla diseguaglianza", affermano in coro gli assessori alla Scuola e alla Cultura, Paola Salomoni e Mauro Felicori.

Per le scuole primarie e secondarie di I e II grado dell'Emilia Romagna arriva infatti "readER", la biblioteca digitale gratuita 24 ore su 24, sette giorni su sette e che mette a disposizione di studenti, insegnanti e operatori 70mila ebook, oltre 7mila quotidiani di tutto il mondo e 2 milioni di materiali per la didattica e l’apprendimento (audio, video, immagini).

Il progetto di durata triennale, promosso dalla Regione in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, estende così al mondo della scuola i servizi digitali del sistema bibliotecario regionale. A partire dal 7 ottobre, gli istituti scolastici potranno aderire all’iniziativa utilizzando la procedura predisposta dall’Ufficio scolastico regionale e dal 15 di novembre il servizio sarà attivo per le scuole che ne avranno fatto richiesta.

Il progetto è promosso dalla Regione Emilia-Romagna e attuato dal Servizio Patrimonio Culturale con la collaborazione dell’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna, attraverso apposito gruppo di lavoro per l’avvio delle attività e lo sviluppo progettuale.

L’obiettivo è quello di favorire una sempre maggiore integrazione tra biblioteche scolastiche e organizzazione bibliotecaria regionale, tra biblioteche pubbliche e sistema educativo, per migliorare la didattica e incentivare la lettura. Fino ad ora l’adesione delle scuole emiliano-romagnole alle piattaforme esistenti di biblioteca digitale era stata parziale, anche per i costi necessari sia in termini economici che di risorse umane. La pandemia ha apportato però una accelerazione rispetto all’utilizzo di piattaforme e risorse digitali, anche nel mondo della scuola, aprendo ad un pubblico più vasto le potenzialità offerte dal digitale.

"Grazie a questa misura gli studenti dell’Emilia-Romagna amplieranno a dismisura il numero di testi e di fonti a disposizione, gratis e con facile accesso - continuano gli assessori Salomoni e Felicori -. Una opportunità tanto più importante tanto minori sono le risorse culturali delle famiglie dei bambini e dei ragazzi".

“L’impegno della Regione Emilia-Romagna - conclude il vicedirettore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, Bruno Di Palma-, costituisce una formidabile opportunità di arricchimento culturale, ancor di più in tempi di pandemia. Come Ufficio Scolastico Regionale avremo cura di seguire attraverso un apposito gruppo di lavoro l’andamento del progetto, accompagnando le scuole sia per gli aspetti tecnici che per quelli organizzativi".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48