Casina piange Primo Rinaldi cultore “delle cose di una volta” e grande donatore di sangue

È deceduto ieri a 86 anni Primo Rinaldi di Cortogno. Lascia la moglie Concetta, i figli Marco e Lucia, i parenti e tanti estimatori. I funerali si svolgeranno sabato 4 alle 11 con partenza dalla casa del Faieto per la chiesa di Cortogno e il vicino cimitero

Primo Rinaldi accanto al sindaco  Gianfranco Rinaldi durante l'inaugurazione del "Museo delle cose di una volta"

Agricoltore, aveva messo la sua formazione ginnasiale al servizio della comunità, divenendo un punto di riferimento per l’attenzione alla comunità e ai suoi membri; suonava l’armonium in chiesa e ricostruiva pubblicamente la vita delle persone più anziane.

Aveva cura della terra come degli strumenti di lavoro e della loro storia e aveva trasformato la vecchia stalla in un “museo delle cose di una volta”.

Donatore di sangue da una vita e cofondatore dell’Avis di Casina, aveva raggiunto con le sue donazioni, unico a Casina, la massima benemerenza: la goccia d’oro con diamante.

In occasione del 25° anniversario di fondazione della Sezione Avis di Casina, dopo aver ricordato i tempi eroici degli Anni Sessanta in cui le donazioni venivano raccolte in canonica dal dottor Tavasanis o presso l’ospedale di Castelnovo dove aveva ricevuto la medaglia d’argento nel 1979, concludeva:

“Io spero che tante persone siano riuscite a sopravvivere o a fare una vita più decorosa, con i miei 43 kg di sangue donato; è un numero che mi sembra il peso di un vitello.

Ora sono anziano e malato, non posso più donare; mi rimane un grande desiderio, mi piacerebbe che si realizzasse un monumento all’AVIS, modesto, anche con tre sassi uniti assieme, con questa scritta: “Io vivo finché il mio sangue scorre in te”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Le più sentite condoglianze a famiglia.
    Grazie Primo .Grande persona.
    Un forte abbraccio a tutti.
    Caterina .

    GC

    Rispondi
  2. Primo era una persona meravigliosa. Uomo di rara saggezza e cristianità.
    Ha accompagnato per decenni, con ricordi e poesie, la vita della nostra comunità di Cortogno.
    Primo, come dicevi sempre tu, ….”Dio te ne renderà merito”

    Matteo Domenichini

    Matteo Domenichini

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48