Il sindaco Elio Ivo Sassi il più votato alle elezioni provinciali

Il sindaco di Villa Minozzo, Elio Ivo Sassi, fa il pieno di preferenze elezioni provinciali di sabato scorso. Il primo cittadino villaminozzese ha ottenuto 7.561 voti ponderati, pari a 75 voti singoli, superando la vicepresidente della Provincia, Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio, che si è fermata a 7.456 ponderati (64 singoli).

È quanto emerge dall'ultima tornata elettorale, quella che ha registrato più affluenze dal 2014, dove la montagna è destinata ad assumere maggiore centralità, con il risultato di Sassi ottenuto verosimilmente strappando a sorpresa due voti in Sala Tricolore, e l'arrivo di Erica Spadaccini, consigliera di "Reggio è" a Castelnovo ne' Monti in quota Coraggiosa, terza per preferenze (6.877, ovvero 29 voti singoli).

In base alla Legge Delrio, che ha trasformato il voto per la Provincia in elezioni di secondo grado, le elezioni avvengono attraverso un complesso meccanismo di voto ponderato: l'elettore (che può essere unicamente un sindaco o consigliere comunale in carica) che appartiene ad un Comune con un minor numero di abitanti esprime un voto con un valore inferiore rispetto all'elettore di un Comune con un numero maggiore di abitanti. Ad esempio, la preferenza "vale" 34 voti ponderati se espressa da un consigliere o sindaco di Vetto, 59 se di Rolo o Casina, 109 se di Cavriago o Gualtieri, 171 se di Scandiano o Correggio, addirittura 949 per i 33 elettori (sindaco e 32 consiglieri comunali) di Reggio.

Alla fine, su tre le liste, nove consiglieri provinciali sono andati a Insieme, lista di centrosinistra che appoggia il presidente in carica Giorgio Zanni e che vede anche i due montanari Sassi e Spadaccini. La lista di centrodestra, Terre reggiane, ha confermato due seggi, mentre Provincia progressista, lista espressione di M5s e civiche, è riuscita a eleggere Signori.

(Fonte La Gazzetta di Reggio)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Sono lieto della nomina di Elio Ivo Sassi e di Erica Spadaccini, e come si usa dire ad ogni elezione, dal giorno dopo si inizia a lavorare. Da montanari spero si rendano conto di come sono ridotti i paesi del crinale Reggiano, tra non molto non si parlerà di “Fusioni” come successo a Ventasso, ma di “Cancellazioni” di paesi, già ora intere frazioni sono già disabitate; a loro testimonianza resteranno i cimiteri. I nostri paesi, a differenza di tanti altri territori montani avevano le potenzialità di espandersi e di crescere, e non di morire, bastava realizzare le infrastrutture che servivano, ma da Castelnovo verso il crinale le ultime infrastrutture, a parte qualche piccolo intervento, sono ante guerra, tante promesse e tante proposte e mai fatto nulla e i risultati li vediamo, paesi spopolati e territori dissestati, ma per qualcuno va bene così, per qualcuno, con gli occhi bendati, sostiene che va bene così. Ora, spero, e mi auguro, che Elio Ivo Sassi e Erica Spadaccini, con i fatti, pretenderanno almeno due opere indispensabili per il futuro dei territori montani, la fondovalle Val Secchia fino a Giarola/Collagna e la Diga di Vetto, un’opera in Val Secchia e una in Val d’Enza; due opere come da progetto e non due ripieghi come qualcuno sto proponendo di fare per dare il “Colpo di grazia alla montagna”.

    Franzini Lino Presidente della Municipalità di Ramiseto

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy





Powered by WordPress | Officina48