Home Homepage Nicola Cassinadri e Stefano Fontanesi sul podio del rally storico Il Ciocchetto

Nicola Cassinadri e Stefano Fontanesi sul podio del rally storico Il Ciocchetto

131
0

Gli organizzatori definiscono questo un rally “anomalo”. Si tratta infatti di una gara con prove speciali corte, ma non ordinarie, con un sistema di punteggi del tutto particolare e tanti campioni al via, ma con il vero ’intento di ritrovarsi insieme per farsi gli auguri.

Per il responsabile organizzativo, quello di quest’anno, che si è svolto il 18 e 19 dicembre scorsi, è un rally da ricordare, ricco di auto ed equipaggi di alto spessore. “Il 30° Ciocchetto va in archivio come una delle edizioni più belle ed intense, sportivamente ma anche emotivamente”.

Per l’ennesima volta sale sul podio il team di Nicola Cassinadri (Felina) e Stefano Fontanesi (Carpineti) che, negli ultimi due anni, si è sempre classificato tra i primi in tutte le gare disputate.

Il secondo posto in assoluto nella classifica autostoriche è stato infatti quello della piccola Peugeot 1300, 30 anni di anzianità, che ha permesso di salire al secondo gradino del podio, tra vetture come Subaru e Porche, con potenze e cilindrate triple di quelle della piccola francese.

Sarete ovviamente molto contenti del risultato ottenuto

Si, è un risultato strepitoso, se si considera che lo abbiamo ottenuto in una gara anomala, con prove speciali molto corte ed in parte svoltesi di notte, con strade sempre umide e gelate, dove il minimo sbaglio si paga carissimo in termini di tempo. Non avevamo neanche assistenza tecnica al seguito, siamo partiti da casa con 4 gomme e il pieno di benzina… ci siamo detti o la va o la spacca!... tutti ci hanno dato dei matti”

Stefano e Nicola sono amici ed ex colleghi che, dallo scorso anno, hanno deciso di cominciare a correre. Stefano è un navigatore con oltre 30 anni di esperienza, che mette a disposizione anche della fidanzata di Nicola, Barbara, che sta diventando una navigatrice molto brava a sua volta.

Tanti sacrifici per arrivare lassù

Questa è la ciliegina sulla torta di un anno di grandi soddisfazioni che ci aveva però già fatto raggiungere il gradino più basso del podio di Pistoia.

Quale è stato il momento più difficile di questa gara?

La difficoltà maggiore è stata affrontare la gara di notte, a causa delle strade gelate.

Chi vi ha supportato?

A Felina è nato un gruppo di ragazzi appassionati che ha fondato la A.S.D. Motoracing, si tratta di una passione sana e forte. Il gruppo ha intrapreso la giusta strada per rinverdire gli antichi fasti dei team storici della montagna.

E la prossima sfida?

Questa del ciocchetto è stata l'ultima gara di questo 2021, tra l'altro abbiamo partecipato con una decisione improvvisata. Non facciamo programmi a lungo termine. Guarderemo i calendari del 2022 e vedremo cosa si può fare.

A chi dedicate la vostra vittoria?

A chi da tempo sopporta le nostre fughe da casa.