Vezzano, Giornata della Memoria: consegnato agli studenti di terza media il volume “Razza di Stato”

Nel Giorno della Memoria agli alunni delle due classi terze delle scuole medie il vicesindaco Paolo Francia ha consegnato il volume “Razza di Stato”, una fondamentale testimonianza di memoria grazie alla quale poter toccare con mano cosa significhi la parola “discriminazione”. Pubblicato da Istoreco, il libro ripercorre i passaggi che 80 anni fa portarono alla promulgazione delle leggi razziali in Italia.

Il vicesindaco ha anche scritto e consegnato una lettera in cui ricorda la storia, descrivendo i passaggi e i fatti che portarono alla Shoah e il motivo per cui è stata scelta la data del 27 gennaio, giorno in cui le truppe dell’Armata Rossa entrarono ad Auschwitz, per questa celebrazione.

Conoscere è fondamentale per capire. Sapere ci aiuta a immedesimarci nelle vite degli altri ed evitare di commettere gli stessi errori. Lo sa bene il Comune di Vezzano sul Crostolo, che ha fatto della diffusione della memoria, soprattutto tra le giovani generazioni, uno dei punti cardine del suo programma.

“Gli ebrei non furono presi di mira per la loro religione, ma per la loro razza – ha ricordato il vicesindaco – In questo la Shoah è stato l’abominio peggiore della storia dell’umanità. In pochi ebbero il coraggio di opporsi, per paura, egoismo, ma anche per mera indifferenza o sottovalutazione dell’antiebraismo. E anche dopo la fine della guerra, solo a distanza di tempo si comprese l’importanza e la necessità di ricordare, perché queste tragedie non ricapitino più”.

Francia ha messo in evidenza quanto ancora, al giorno d’oggi, sia diffuso il razzismo antiebraico e ha rivolto un appello ai ragazzi: “La vostra è una generazione che cresce in un mondo in cui le differenze di razza, lingua e religione stanno finalmente sfumando, ma il seme dell’odio è ancora vivo e può cercare di germogliare. Voi, che siete la generazione dell’integrazione, calpestatelo se lo vedete. Siamo tutti uguali nei diritti e nei doveri – ha concluso il vicesindaco – Siamo tutti fiori che meritano di crescere e rendere più bello, diverso e colorato questo modo”.

All'incontro erano presenti i due insegnanti Triani e Caminati con cui, nei prossimi mesi, prenderà il via il progetto sulla memoria dal titolo "Un nome, un volto, una storia" che verrà realizzato grazie al prezioso aiuto di Istoreco.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48