Home Cronaca Dalla Regione fondi per la sicurezza urbana: finanziati progetti a Toano e...

Dalla Regione fondi per la sicurezza urbana: finanziati progetti a Toano e Villa Minozzo

41
0

Dalla Regione 3 milioni di euro stanziati per la sicurezza urbana e la prevenzione della criminalità. Nel reggiano finanziati quattro progetti per un totale di 371 mila e 100 euro: a Toano e Villa Minozzo fondi per interventi di prevenzione ambientale. Bonaccini: "La Regione parte attiva nelle politiche per la sicurezza urbana"

Dal 2015 a oggi la Regione ha finanziato 149 progetti per il miglioramento della sicurezza dei cittadini. Ora altri 3 milioni saranno stanziati per potenziare la videosorveglianza e l'installazione di punti luce, ma anche per l'impiego di "street tutor" impegnati a prevenire rischi e a mediare i conflitti. Dall'altro lato, la Regione richiede ai progetti di riservare fondi per mettere in campo una serie di attività educative e di animazione e sensibilizzazione, rivolte soprattutto ai più giovani.

A Toano la Regione assicura un contributo di 96mila euro per il progetto "Toano al Sicuro - Videosorveglianza 2.0 e Riqualificazione Parco di Cerredolo".  Il progetto prevede un intervento complessivo di prevenzione ambientale fondato sull’implementazione del locale sistema di videosorveglianza perimetrale dei varchi del territorio comunale, unito alla riqualificazione del Parco del Cerredolo, attraverso la risistemazione del verde e dell’arredo, il potenziamento dell’illuminazione pubblica e il posizionamento di telecamere di sorveglianza del contesto. Queste misure saranno accompagnate da un ampio intervento di comunicazione e sensibilizzazione rispetto ai rischi di vittimizzazione, in collaborazione con le autorità di pubblica sicurezza e con il diretto coinvolgimento della comunità locale. Il costo totale dei lavori è di 120mila euro.

Al Comune di Villa Minozzo spetta invece un contributo di 38mila euro a sostegno dell'intervento di prevenzione ambientale "Territorio sotto controllo - Villa-Minozzo sicura - 2° stralcio". Il progetto è volto al miglioramento della vivibilità e sicurezza del territorio comunale, con particolare attenzione all’area artigianale di San Bartolomeo e al centro di raccolta rifiuti di Calizzo. È prevista l’installazione di telecamere fisse di videosorveglianza nella zona dell’area artigianale di San Bartolomeo, al fine di prevenire i furti e danneggiamenti dei veicoli in sosta, e in corrispondenza del centro di raccolta rifiuti di Calizzo. Sempre nell’area di San Bartolomeo verrà realizzato un impianto di illuminazione pubblica della zona artigianale, al momento completamente sprovvista. Il costo totale del progetto è di 47.941 euro.

Dal 2014 la Regione rileva un calo sistematico della criminalità sul territorio: nel 2020 denunciati 40mila reati in meno. "Seppur i numeri del ministero dell’Interno registrino un calo costante, negli anni, di fenomeni criminosi sul nostro territorio - afferma il presidente regionale Stefano Bonaccini -, non sottovalutiamo né minimizziamo problemi e criticità presenti, insieme alla percezione di insicurezza dei cittadini". "Questo - conclude - ci spinge ad andare avanti nei percorsi intrapresi con gli enti locali. Il nostro impegno è lavorare sulla prevenzione e promuovere lo sviluppo della qualità di vita all’interno delle comunità, sostenendo progetti promossi e realizzati dai territori".

Articolo precedenteCi ha lasciato Antonio Sensi
Articolo successivoMessa per Leo, a dieci anni dalla scomparsa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.