Home Cronaca Declino demografico e sviluppo socio economico in Appennino: convegno a Carpineti

Declino demografico e sviluppo socio economico in Appennino: convegno a Carpineti

70
1

AGGIORNAMENTO: rinviato a settembre

-

Il declino demografico in Appennino pone importanti riflessioni e chiede risposte per intervenire con azioni straordinarie adeguate.

Di tutto questo si discuterà al convegno “Appennino reggiano: Progetti di futuro. Declino demografico e sviluppo socio economico”, che si terrà il prossimo 13 Maggio alla ore 15, presso la sala convegni, Parco Matilde a Carpineti, organizzato dal circolo Toniolo di Reggio Emilia e a cui parteciperà, tra gli altri in qualità di relatore, il professore Gian Carlo Blangiardo, presidente Istat.

Il convegno, presieduto da Luigi Bottazzi, presidente del Circolo  G. Toniolo- Aps. e coordinato da Giuseppe Bonacini, consigliere del Circolo G. Toniolo, si svolge con il patrocinio del Comune di Carpineti e in collaborazione con il Club per l' Unesco di Carpineti.

Questi i dati della rivoluzione demografica in Appennino.

Nel periodo dal 1951 al 2020 i comuni del crinale hanno subito una perdita di popolazione record: Villa Minozzo (– 58%); Ventasso (-63%); Toano (-36%). Nello stesso periodo la provincia di Reggio Emilia è cresciuta del 36,5% ed il comune di Castelnovo ne’ Monti del 12,6%.

Negli anni dal 2000 al 2020 l’emorragia è proseguita con valori inferiori oscillando tra il 13,6% di Villa Minozzo e il 15,6% di Ventasso mentre Toano torna in attivo con il + 2.59% invertendo la tendenza dei decenni precedenti e Castelnovo ne’ Monti si mantiene in crescita col + 3,96%.

I comuni che appaiono in maggiore difficoltà sono quelli dell’alto crinale: Ventasso e Villa Minozzo. Tra i restanti comuni appenninici da segnalare Vetto che nell’intervallo tra il 1951 ed il 2020 perde il 52,47% della popolazione ed il 15,21% tra il 2000 e il 2020.

All'incontro prenderanno parte il primo cittadino di Carpineti e presidente Unione Comuni Montani dell’Appennino, Tiziano Borghi, Gian Carlo Blangiardo, presidente nazionale ISTAT Giampiero Lupatelli, vice-presidente Caire.

Poi ci sarà una discussione sulle azioni “Green Communities Appennino” con Domenico Turazza, Adelfo Magnavacchi, Enrico Bussi, Luciano Rondanini e Gianfranco Tirelli.

Interverranno anche Giammaria Manghi, Presidenza della Regione Emilia-Romagna , Antonella Incerti, vice presidente della commissione agricoltura della Camera dei Deputati.

 

1 COMMENT

  1. Un grande ringraziamento al Circolo Toniolo di Reggio Emilia e al suo Presidente Luigi Bottazzi per questa iniziativa. Solo mettendo in luce le cause e le responsabilità che hanno portato a questa situazione questi territori montani, che a differenza di altri, avrebbero avuto la possibilità di svilupparsi, forse ci sarà la possibilità di fermare questo declino. E’ giunto il momento di dire pane al pane e vino al vino, chiunque sa che per portare e mantenere lavoro sui paesi montani servono le infrastrutture, opere come la fondovalle Val Secchia, Val d’Enza, Val Lonza, Diga di Vetto, rapido collegamento al mare, ecc.; opere che non hanno mai visto la luce a causa di chi si è sempre opposto per motivi politici o interessi di parte; costoro sono i veri responsabili della morte dei paesi montani.

    Franzini Lino Presidente della Municipalità di Ramiseto

    • Firma - Franzini Lino Presidente della Municipalità di Ramiseto