Home Cultura Elda racconta: la Cantoniera di Casina

Elda racconta: la Cantoniera di Casina

77
2

Riceviamo e pubblichiamo ____

 

Mi sono ritrovata catapultata lassù su un palco illuminato, seduta a un tavolino vicino a altre persone ben diverse da me, come ceto, come cultura, persone che oltre a scrivere e fare ricerche storiche accurate, sanno anche parlare.

Dapprima mi sono sentita persa: “Oddio! Cosa ci faccio qui davanti a tanta gente, per lo più a me sconosciuta?”

Ma la voce forte e suadente dello scrittore e ricercatore storico Giuseppe Ligabue, che parlava della “mia” Pietra e di Dante mi ha rinfrancato. Poi è stata la volta della professoressa Clementina Santi, più sintetica, ma tante cose dette da lei mi hanno colpito. Indi è stata la volta della prof. Angela Pietranera come vedete ho accorciato il titolo che le spetta, diciamo che l’ho fatto in modo confidenziale, difatti questo libro che abbiamo presentato ieri sera, l’abbiamo fatto assieme.

Naturalmente a lei è toccata la parte culturale e io ho potuto divertirmi navigando nei miei ricordi.

Come vedete tutta gente che conosce e studia la storia, ma io cosa ci faccio qui? Non so parlare, so solo scrivere, perciò apro l’ultimo libro e leggo qualcosa su questa Pietra che ostinatamente continuo a chiamare “mia”, ma in verità è di tutti.

Vi dirò che sono rimasta colpita dalla partecipazione di tante persone, giovani e non più giovani a questa organizzazione culturale molto apprezzata.

Vedete, noi Castelnovini siamo solo capaci di criticare se qualcuno a casa nostra fa questo.

Invece Casina, che per noi è il paese che segna il confine tra la montagna e la pianura, è da tenere in considerazione e prendere come esempio per queste iniziative che fa da circa dieci anni.

Perciò grazie a Casina, e infinite grazie alla professoressa Giovanna Caroli organizzatrice e conduttrice perfetta, quindici minuti ciascuno in modo che la gente non si annoi e grazie agli autori “autorevoli” che stavano sul palco con me.

Elda Zannini

Articolo precedenteLa Cooperativa sociale Papa Giovanni XXIII ricerca educatori
Articolo successivoEntra nel vivo il programma “Marola Estate 2022″

2 Commenti

  1. Cara Elda sì, in tanti sono andati via a fine serata con… ancora “dell’appetito”, vi avrebbero ascoltati tutti ben oltre l’ora che alla Cantoniera ormai è uno slogan! Allora… dovete scrivere tutti un altro libro da presentare! Grazie di cuore
    Giovanna Caroli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.