Home Cultura Ti cerco nelle pieghe della memoria, poesia di Alberto Bottazzi per l’amico...

Ti cerco nelle pieghe della memoria, poesia di Alberto Bottazzi per l’amico Bibi

62
0

Ti cerco, non sai quanto ti cerco,
nell’anima spensierata della giovinezza,
tra sole ferragostano e le brezze serali
delle serate inebrianti del sabato sera.

Le pagine della memoria sono piene di te,
perché quelle dell’amicizia sono le più belle,
scritte con inchiostro genuino e viscerale,
archiviate dalla mente in un tabernacolo dorato.

Soffiava forte e sicuro il vento dei vent’anni,
selvaggio, schietto, trionfante di passione,
nasceva il nostro canto libero, libero di volare,
senza rifugio, senza meta, senza stagione.

La memoria custodisce gelosamente quel tempo,
lo coccola e lo protegge dal trascorrere dei decenni,
come un vecchio ritornello fischiettato per la via
la cui melodia non riesci a togliertela d’addosso.

Ciao Bibi, amico di sempre, anche la cenere parla di te!

A Fabrizio Simonelli, Bibi, a due anni dalla scomparsa.

 

Alberto Bottazzi

Poesia di Alberto Bottazzi per l'amico di gioventù, Fabrizio Simonelli,  per tutti Bibi, scomparso due anni orsono.