Home Sport La Nazionale Italiana Sordi in raduno a Castelnovo ne’ Monti

La Nazionale Italiana Sordi in raduno a Castelnovo ne’ Monti

209
0

Questa mattina, sabato, la Nazionale Sordi di Calcio è stata ricevuta in Municipio, nella sala del Consiglio comunale, dove ad accoglierla c’erano l’assessore all’associazionismo Lucia Manfredi, l’assessore Daniele Valentini, la consigliera comunale e provinciale Erica Spadaccini. Inoltre presenti in rappresentanza delle associazioni sportive locali, Iacopo Fiorentini, presidente della Polisportiva Quadrifoglio, Fabrizio Badiali, presidente di Atletico Progetto Montagna, e Roberto Zanini, presidente di Appennino Volley Team.

Gli amministratori hanno sottolineato l’importanza delle attività nell’ambito del Centro Federale Sport Sordi, che mette in luce l’eccellenza dell’impiantistica sportiva e anche dei servizi dell’Ospedale Sant’Anna, dove gli atleti si sottopongono a prove audiometriche in occasione dei raduni. Hanno anche evidenziato come questi raduni (ne seguiranno altri fino alla fine dell’anno) portano ricadute sulla ricettività e l’economia del territorio in un periodo in cui di solito il turismo non è molto vivace.

Oggi, per la Nazionale Italiana Sordi è prevista una doppia seduta di allenamento allo stadio del centro Coni e la visita ad una Latteria Sociale del Parmigiano Reggiano di Montagna.

Ieri sera si è svolta la partita amichevole al Mapei Football Center con il Sassuolo Under 18 e ha visto la Nazionale Sordi perdere 2 -0 ed è stata un’occasione di incontro fra i giovani talenti neroverdi e la rappresentativa azzurra dei ragazzi sordi è stata una vera occasione di festa fra sport, inclusione e condivisione di sogni che solo il calcio può regalare.

Proprio per questo a dare il calcio d’inizio della gara è intervenuto Giammaria Manghi, capo della segreteria politica della presidenza della Regione Emilia-Romagna, orgoglioso di una Sport Valley che sa fare sistema.

“La professionalità del Calcio Sassuolo e la qualità organizzativa del Centro Federale Sport Sordi di Castelnovo ne’ Monti – afferma Manghi - si sono oggi unite in un bellissimo impianto sportivo creando una occasione unica di sport e inclusione, di condivisione di obiettivi di crescita per giovani talenti, sportivi disabili e per le rispettive squadre solitamente impegnate in tradizionali attività che mai avrebbero saputo generare motivo di incontro”.

La partita è stata seguita in tribuna da un centinaio di spettatori, molti dei quali espressione della comunità dei sordi della Regione Emilia-Romagna. La gara è stata molto bella e combattuta, risolta nel risultato da due gol siglati dal Sassuolo Under 18 nella prima frazione di gioco con la Nazionale Sordi vicinissima al gol nel secondo tempo quando Manuel Raul Grippo ha colpito la traversa. Fra gli azzurri si sono messi in grande evidenza i giovanissimi portieri Samuel Comi, classe 1984, e Mattia Catani, classe 1986, ai quali mister Igor Trocchia ha concesso un tempo di gioco per ciascuno.

Per gli azzurri il match di Sassuolo, diretto dall’arbitro Marco Salati di Parma, è stato un importante banco di prova in vista delle prossime gare di qualificazione ai Campionati Europei.

 

Articolo precedenteRifugio Battisti imbiancato
Articolo successivoCarpineti, Nella Rubini compie 100 anni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.