Home Cultura Aperte le iscrizioni al IV Premio letterario “Loris Malaguzzi”

Aperte le iscrizioni al IV Premio letterario “Loris Malaguzzi”

27
0

È stato bandito il quarto Premio letterario intitolato al maestro Loris Malaguzzi, con l’obiettivo di onorarne l'opera e il pensiero, attraverso la premiazione e la divulgazione di testi inediti che riflettano sul tema dell’educazione dell’infanzia. La nuova edizione del Premio letterario si articola in 4 sezioni:

Sezione pedagogica - Premio Loris Malaguzzi:

Il Premio vuole mettere al centro dell’attenzione la ricerca in ambito dell’educazione dell’Infanzia. Sarà assegnato ad un’opera prodotta in italiano o in lingua inglese, che si distingua per sensibilità e attenzione nei confronti dei bambini. In particolare, la giuria cercherà tra quelle che sollevino questioni sull’educazione, sull’interdisciplinarità della cultura dell’infanzia, sui diritti dei bambini, tra quelle che diano voce ai più giovani per esprimere il loro punto di vista e il loro sentire, tra quelle che siano il frutto di una ricerca, anche storica, sull’educazione, sul pedagogista reggiano Loris Malaguzzi o sull’esperienza pedagogica di Reggio Emilia. 

La giuria, investita di un insindacabile giudizio, premierà, a sua discrezione, un racconto, un romanzo, un saggio, editi o inediti, una tesi di laurea magistrale o una tesi di dottorato di ricerca, un’inchiesta giornalistica (prodotta anche in forma di video), un film o un cortometraggio, una fotografia o un’intera esposizione fotografica. 

La giuria si riserva di premiare un’opera sia tra le candidate che si iscrivono al concorso sia tra quelle prodotte in ambito culturale italiano o estero (in lingua inglese) che non si sono candidate. Tra le opere inviate saranno esaminati libri editi sia in versione cartacea sia in versione digitale muniti di numero ISBN, ma anche tesi di laurea magistrale e tesi di dottorato di ricerca non pubblicate. 

Sezione “I cento linguaggi” per le scuole - “Faccio la mia parte!”: 

Le generazioni che ti hanno preceduto hanno devastato l’ambiente, inquinando aria, terra e acqua. Oltre ai grandi cambiamenti climatici di cui si sente parlare dagli esperti, purtroppo i danni ambientali si percepiscono anche nei mutamenti del territorio che ci circonda, dove giorno dopo giorno piccole meraviglie rischiano di scomparire sotto i nostri occhi. Prendendo spunto dai 17 obiettivi dell'Agenda 2030 e, in particolare, dai goals 11-12-13, quali soluzioni proporresti per invertire la rotta e proteggere il nostro pianeta? E tu, nei tuoi gesti quotidiani, cosa sei disposto/a a cambiare e a rinunciare del tuo stile di vita per il bene comune? 

La sezione scuola è suddivisa in sottosezioni i cui nomi sono ispirati all'opera di Malaguzzi e che rappresentano le suddivisioni del percorso scolastico: Scuola dell’infanzia “La mongolfiera”; Primaria “Volpino”; Secondaria di 1° grado “Mattone su mattone”; Secondaria di 2° grado “L’occhio se salta il muro”.

Il progetto prevede la realizzazione di opere che presentino commistione di linguaggi e interdisciplinarità variando dallo scritto al disegno, dalla scultura al video, dalla fotografia alla presentazione digitale. Il percorso di produzione andrà documentato come parte integrante del lavoro, per certificare qualità e progettualità dell'opera. La partecipazione è riservata alle classi e non a singoli studenti. 

Sul sito del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, del centro internazionale Loris Malaguzzi e della Riserva Biosfera Unesco Appennino Tosco Emiliano è possibile trovare suggerimenti e spunti per un progetto a tema ecologia e ambiente. 

Sezione prosa - “Nostalgia del futuro”: 

Ispirandoti al titolo della sezione, nota frase di Loris Malaguzzi, scrivi un racconto a tema libero che richiami l’esperienza, il passato, le aspirazioni, raffrontate alla vita reale tua o di persone di tua conoscenza. 

Sezione poesia - “Perché la vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia”. 

Da “Sally” del grande Vasco che riempie le piazze e, con o senza musica, parla ai cuori, accarezza le sensibilità, condivide e rassicura l’umanità di chi lo ascolta. È il senso della poesia. Da alcuni decenni la “grande poesia” si è arricchita dell'apporto lirico dei cosiddetti cantautori. Chi intende aderire alla sezione poesia, fermo restando il tema libero, può ispirarsi a questo ulteriore terreno letterario. 

La partecipazione al concorso è gratuita per la sezione pedagogica e la sezione scuole. Le sezioni prosa e poesia prevedono un contributo di 10 euro da versarsi tramite donazione alla Pro Loco Paese di Sologno. I testi possono essere inviati esclusivamente in formato digitale all’indirizzo email: premiomalaguzzi@gmail.com.

La giuria è composta da membri del gruppo culturale “Fuori dal Coro” e persone da loro delegate e ritenute adatte a incarnare lo spirito del concorso. La partecipazione al premio comporta l'accettazione del regolamento, la presa visione e sottoscrizione del documento sul trattamento dei dati personali. Gli autori dovranno obbligatoriamente compilare la liberatoria allegata al bando, nella quale dovranno indicare dati personali e recapiti presso i quali poterli contattare. 

Il termine per l'invio degli elaborati è il 30 aprile 2023 per le Sezioni Pedagogica, Prosa e Poesia; il 31 maggio 2023 per la Sezione Scuole, farà fede la data di invio della mail. La cerimonia di premiazione è prevista per il mese di luglio 2023 in data da destinarsi, presso il Palasologno, in via Campo Croce 4, a Sologno (RE).

Questi i premi:

SEZIONE PEDAGOGICA: sono previsti una targa, un soggiorno nel territorio del parco con cene ed attività incluse e un pacco dono con prodotti locali offerto dal Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano.
SEZIONE SCUOLE: per ogni ordine di scuole sono previsti una pergamena artistica, un'esperienza outdoor nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, un'attività in classe con esperto e un buono di 100 € da spendere in cartolibreria.
SEZIONI PROSA E POESIA: per il vincitore di ognuna di queste sezioni è previsto un assegno di 250 €, un pacco dono con prodotti locali del Parco e una pergamena artistica. 

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il bando IV.PremioLetterarioLorisMalaguzzi2023.

Articolo precedenteComune di Casina e Casa della Cultura assieme per il 25 novembre, con una triplice iniziativa contro la violenza sulle donne
Articolo successivoRadionova, ‘New Voices’: al via il programma radiofonico che dà voce ai giovani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.