Home Cultura The new key to success. Speakeasy a cura di Nicole Castellani, Rebecca...

The new key to success. Speakeasy a cura di Nicole Castellani, Rebecca Mercati e Silvia Dallacasa

107
0

Continua la collaborazione tra il liceo linguistico Cattaneo Dall'Aglio e Redacon tramite la rubrica Speakeasy, curata direttamente dagli studenti dell'anno 2021-2022.

***

We have always been used to thinking of kindness just as an essential moral value. But we have never been taught how it can help to lead to success. Have you ever thought that prioritizing others can lead to advantageous outcomes? 

There are many examples of well-known people, such as Jacinta Ardern (the Prime Minister of New Zealand) and James Timpson (boss of a chain of shoe repairers), who built the ground for their power on kindness. They have proven that managing work only by being driven and overly focused is overrated. Approaching politics, business and sports with a more compassionate attitude can reveal itself as beneficial both for managers and for the people they work with.

This kind of theory is also being supported by scientific studies. In 2020 a study was run in 144 countries. The Kindness Test showed something that we wouldn't usually expect: the workplace, commonly viewed as an impersonal environment, turned out to be full of people showing valuable acts of kindness. Empathy seemed to have won over the usual competition for power. The test also revealed that the home and medical setting witness many actions of gentleness.

Although this was a self-selecting study and other experiments showed less positive results, we have to consider that the majority of workers believe that kindness is highly needed to make an organization successful. Moreover, employees tend to stay more willingly in a company where the boss is good-hearted and considerate.

Psychometrics is a branch of psychology which utilizes testing and measurement. Joe Folkman, who studies this science, found out that the most liked leaders are also the ones who lead to a higher effectiveness in profits and customer satisfaction.

Even if the job doesn't formally require this behavior, small acts of kindness can change the whole working experience for some people as well as the outcome of the activity itself. There is a clear link between this "ethical leadership" and the atmosphere shared in the workplace. If treated with empathy, employees are more likely to work with the desire to perform better and do good for the company. When guided by  good example and someone they can look up to, workers are more prone to follow this kind of behavior.

Surprisingly it has been understood that even in the field of politics a "softer" approach should be used more. This has been noticed by academic Jeremy Frimer. Speeches (like election ones) held with rudeness and superficiality are much more poorly rated than those based on politeness. Obviously success needs much more to be reached. Motivation and dedication are key. There still are people who reach the top by being inconsiderate and rude. Nonetheless it’s better to keep generosity and care at the roots. 

And, after all, is it really such a hard task to do? Does it take that much to carry on activity with less cynicism and brutality? 

https://www.bbc.com/future/article/20221124-does-kindness-get-in-the-way-of-success

                            LA NUOVA CHIAVE PER IL SUCCESSO

Siamo sempre stati abituati a pensare alla gentilezza come un valore morale imprescindibile.  Ma non ci è mai stato insegnato come può aiutare a portare al successo. Avete mai pensato che dare la priorità agli altri possa portare a risultati vantaggiosi?

Ci sono molti esempi di personaggi famosi, come Jacinta Ardern ( primo ministro della Nuova Zelanda) e James Timpson (capo di una catena di calzolai), che hanno costruito il terreno per il loro potere sulla gentilezza. Hanno dimostrato che svolgere il lavoro solo con forte motivazione e concentrazione non è sempre la tecnica migliore. Avvicinarsi alla politica, agli affari e allo sport con un atteggiamento più compassionevole può rivelarsi vantaggioso sia per i manager che per le persone con cui lavorano.

Questo tipo di teoria è supportata anche da studi scientifici. Nel 2020 è stato condotto uno studio in 144 paesi. Questo “The Kindness Test” ha mostrato un risultato che non ci aspetteremmo: il posto di lavoro, comunemente visto come un ambiente impersonale, si è rivelato pieno di persone che compiono atti di gentilezza. L'empatia sembrava aver vinto sulla solita competizione per il potere. Il test ha anche rivelato che l'ambiente domestico e medico testimoniano molti gesti gentili. 

Sebbene questo sia stato uno studio autoselezionante e altri esperimenti abbiano mostrato esiti meno positivi, dobbiamo considerare che la maggior parte dei lavoratori ritiene che la gentilezza sia altamente necessaria per far sì che l’organizzazione sul lavoro ottenga successo. Inoltre i dipendenti tendono a restare più volentieri in un'azienda in cui il capo è cortese e si cura dei propri dipendenti. 

La psicometria è un ambito psicologico che utilizza test e misurazioni. Joe Folkman, studioso di questa scienza, ha scoperto che i leader più amati sono anche quelli che portano a una maggiore efficacia nei profitti e nella soddisfazione del cliente.

Nonostante il lavoro non richieda formalmente di seguire questo comportamento, piccoli atti di gentilezza possono cambiare sia l'esperienza lavorativa, sia il risultato di essa. Vi è una chiara connessione tra questa "dirigenza etica" e l'atmosfera condivisa durante lo svolgimento dei propri compiti.

Se trattati con empatia, è più probabile che gli impiegati si dedichino alla loro mansione volendo migliorare la loro prestazione e fare del bene per l'azienda. Inoltre tendono a seguire questi atteggiamenti se guidati da un buon esempio, cioè qualcuno che possono ammirare.

Sorprendentemente si è capito che anche al campo della politica bisognerebbe approcciarsi con più cordialità. Ciò è stato notato dallo studioso Jeremy Frimer. I discorsi tenuti con maleducazione e superficialità tendono ad essere meno apprezzati di quelli affrontati con educazione. Ovviamente serve molto di più per acquisire successo. Motivazione e dedicazione sono la chiave.

 Vi sono ancora persone sconsiderate e sgarbate che raggiungono i massimi risultati; ciò nonostante è bene mantenere gentilezza e attenzione alle radici di tutto.

E dopotutto è davvero un'impresa così ardua? Serve davvero così tanto sforzo per portare avanti un'attività con meno cinismo e brutalità?

Nicole Castellani, Rebecca Mercati, Silvia Dallacasa, 5Q liceo linguistico

Articolo precedenteQuasi inverno (Foto di Fiorenzo Busanelli)
Articolo successivoFinisce pari tra Vianese e Vezzano. Si dimette Massimo Vacondio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.