Home Cultura I racconti del camino di Ave Govi

I racconti del camino di Ave Govi

314
0

Recensione di Savino Rabotti

***

Cercavate un regalo per qualche amica particolare da fare a Natale? Adesso c'è. Lo ha confezionato Ave Govi, ed è un regalo che dura perché rievoca immagini incise profondamente nell memoria di chi le ha vissute, anche se ormai sbiadite dal tempo. L'autrice immagina un crocchio di bambini attorno al focolare intenti ad ascoltare i racconti delle nonne. Con la differenze che questi racconti sono veri, vissuti sulla propria pelle, esperienze che hanno lasciato un segno profondo nell'animo e non si possono dimenticare. Il mondo è cambiato profondamente in questi ultimi decenni, e certi fatti o non li conosciamo o non ci diamo il tempo di rispolverarli. C'è, nei racconti, la spinta a cambiare mentalità, a ragionare sul proprio futuro. Espressioni che, all'epoca, venivano considerate semplici alzate di testa e non esigenza di cambiamento.

Di Ave abbiamo già parlato su queste colonne. Nata a Meruzzo di Carniana, ha subito le peripezie della guerra con la prigionia del padre e la lotta partigiana molto attiva in zona, poi quelle di una frana che ha portato via il borgo. Emigrata prima a Milano, poi definitivmente a Reggio, vive il legame col paese di origine come un'opera interrotta, sospesa, in attesa di una conclusione. Ottima scolara, non ha potuto proseguire gli studi. La stoffa c'era. E allora Ave ha provveduto con mezzi propri  alla formazione letteraria personale frequentando biblioteche, trascrivendo sensazioni sotto forma di poesia, partecipando a concorsi con soddisfazioni considerevoli: sono un centinaio le gratificazioni che la vedono sempre ai primi posti.

La scrittrice cerca di completare l'opera sospesa narrando tanti piccoli fatti che diventano tessere di un mosaico più vasto e specchio di esistenze, dove si riflette tutto il territorio circostante, valido anche per luoghi simili a questi, che hanno vissuto le stesse esperienze. Perché poi le storie dei singoli paesini si equivalcono come i prodotti della terra, anche se osservati da angolazioni diverse.