Home Cronaca Neve e disagi, gli amministratori locali: “Sono indispensabili le gomme da neve”

Neve e disagi, gli amministratori locali: “Sono indispensabili le gomme da neve”

2843
3

E ’caduta tanta neve. Nel pomeriggio secondo i dati registrati da Reggio Emilia Meteo, a Castelnovo ne’ Monti ne sono venuti giù circa 25 cm (spessore totale 40 cm) e non sono mancati disagi.

Le strade sono risultate particolarmente insidiose, perchè è nevicato con una temperatura di -1C° e il manto stradale non riusciva ad essere intaccato dal sale cosa che, invece, è avvenuta nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì, col rialzo termico. Questo ha fatto sì che, nella mattinata, si siano letteralmente piantati diversi mezzi.

A Fontanella di Baiso un mezzo pesante, pur se dotato di gomme da neve, a causa del manto stradale scivoloso per la nevicata in atto, ha sbandato mentre percorreva la strada provinciale 27, finendo in parte nel fossato laterale e bloccando la circolazione.

Una neve che caduta così repentinamente ha causato la frattura di alcuni rami, come sulla sp 513, prontamente rimossi, o dei maestosi platani nei giardini pubblici vettesi.

Alcuni amministratori dei comuni montani assicurano che mezzi spargisale e spazzaneve sono entrati subito in azione, dando priorità alle strade principali, alle scuole e poi alle strade laterali.

Non sono mancati incidenti, rallentamenti e, in alcuni casi, blocchi alla circolazione, dovuti però non tanto all’abbondanza della coltre nevosa ma all’imprudenza degli automobilisti che circolano non ‘attrezzati’ adeguatamente.

In azione anche i vigili del Fuoco di Castelnovo Monti, con diversi interventi, in particolare a Vetto per un albero caduto.

“Ci sono frazioni a Castelnovo – spiega Giorgio Severi, assessore alla mobilità del Comune di Castelnovo – dove si è accumulata più neve che in altre ma le strade sono tutte percorribili. In situazioni del genere occorre transitare con almeno le gomme da neve. Adesso abbiamo messo anche gli agenti della Polizia municipale agli ingressi del paese per controllare appunto se le auto che arrivano sono attrezzate”.

"L’unica criticità  - racconta- l’abbiamo avuta questa mattina: c’è stato un blocco del traffico perchè un autobus che proveniva dalla pianura si è fermato e non è più riuscito a ripartire. E non aveva le catene. Chi viene in montagna deve sapere che le gomme estive non vanno bene”.

E per chi lamenta parcheggi impraticabili risponde: “Ho personalmente girato per Castelnovo, è vero che c’ è più neve nei parcheggi ma chi ha le gomme adatte riesce a transitare. Gli spalatori sono usciti appena ha iniziato a nevicare, erano le 5, erano tutti fuori”.

“A Carpineti in azione mezzi spartineve e spargisale - spiega il primo cittadino Borghi - siamo usciti per tempo, in affiancamento ai tecnici comunali abbiamo anche la protezione civile che fa dei giri di ricognizione per far fronte ad eventuali situazioni critiche, come la caduta di rami. Le strade sono sorvegliate dai volontari che protezione civile. Un problema si è verificato alla statale 63 stamattina, per chi saliva da Reggio e non aveva le gomme da neve”.

Anche a Villa Minozzo mezzi in azione. “Siamo operativi - afferma il sindaco Sassi - diciamo che siamo partiti bene. I disagi maggiori li riscontrano gli automobilisti che circolano con gomme non idonee, non attrezzati”.  La gente deve sapere che nei comuni montagna c’è l’obbligo di transito con catene”.

Ilaria Cilloni, vicesindaco di Casina afferma: “Non ci sono state gravi criticità e ringraziamo i volontari della Croce Rossa di Casina che hanno pulito i marciapiedi”.

Corrado Bernardi, vice comandante della polizia locale dell’Unione racconta di rallentamenti sui valichi e afferma: “Nessuna difficoltà per chi viaggia con pneumatici da neve, meglio ancora se con catene. Nel corso della mattinata si sono verificate alcune criticità, come la fuoriuscite dalla carreggiata di veicoli o autocarri fermi nonostante avessero i dispositivi giusti per circolare. Le nostre pattuglie sono uscite presto e non segnalano criticità gravi, in nessuno dei sette comuni dell’Appennino”.

L’invito dunque alla prudenza.

Articolo precedenteIl dottor Fabio Croci: “Così sono cambiate le cose in ospedale a Castelnovo”
Articolo successivo‘Abbracciata’ dalla neve’ (foto di Marisa Marazzi)

3 Commenti

  1. Leggo con molto stupore ,quello che ha scritto il signor Severi, riguardo al autobus ,che secondo lui aveva le gomme estive e jon da neve.come delegato sindacale e come autista,vorrei rispondere al signor severi,in quanto come accade spesso ,preferisce scaricare la colpa ad altri e non si guarda mai in casa propria.voglio ricordare che qualche giorno prima in località machiusa sono uscite auto per colpa del fondo stradale non salato,strada per altro comunale,ieri l’autobus a cui fa riferimento era munito di pneumatici da neve come prevede il codice della strada,ma non aveva montato le catene. Come abbiamo più volte ribadito sia su questo sito sia per email a lei e al signor sindaco,noi autisti della montagna siamo sempre aperti ad un dialogo costruttivo ,ma notiamo che da parte del amministrazione comunale esiste un disdegno a questo confronto.vorrei dare un consiglio prima di criticare l’operato di persone, bisognerebbe guardarsi in casa propria,visto che ieri mattina molti autisti ale 4 del mattino erano già a fare il proprio lavoro,mentre altri non ho la certezza. Gli autisti sono come sempre disponibili al dialogo per risolvere i problemi.grazie

    Bedo 73

    • Caro bedo.!!!ti do un consiglio senza polemizzare…
      Alla prossima nevicata montate tutti subito le catene come hanno fatto i vostri colleghi di civago e ville minozzo e vedrete che nn avrete problemi….
      In queste situazioni le gomme da neve nn sono sufficienti.!!!!!

      Giovanni riotti

  2. Ringrazio tutti gli operatori per lo “Sbattimento”. Già operare in queste condizioni non è semplice, quando poi si aggiunge anche l’impreparazione di chi si avventura per le strade senza un minimo di dotazione tecnica e/o di preparazione il tutto può diventare frustrante e fonte di tensioni, togliendo oltretutto tempo e disponibilità per chi ne ha veramente bisogno. Quando nevica, se non avete bisogni primari da risolvere, state a casa, lasciate che prima vengano pulite le strade senza ostacoli o ritardi, poi se siete attrezzati andate a godervi lo spettacolo dell’appennino imbiancato ricordandovi sempre che ogni imprudenza o imperizia ricade sugli operatori già pesantemente oberati. Grazie ancora a tutti.

    Max Giberti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.