Home Cronaca Unione montana: mancano la metà degli agenti di polizia

Unione montana: mancano la metà degli agenti di polizia

1920
4

La grande affluenza nel primo giorno di riapertura della stazione sciistica di Cerreto ha riproposto il sempre eterno problema della sosta selvaggia. Problema che non è causato dal turismo e dal flusso di avventori che portano ossigeno alle attività montanare ma è riconducibile alla maleducazione di chi ha parcheggiato ai lati dei due sensi di marcia, incuranti che con il loro gesto avrebbero strozzato la carreggiata.

“Purtroppo, non c’è più rispetto per nulla. Tutti a parcheggiare in doppia fila lungo la provinciale, macchine abbandonate in ogni dove, mezzi con gomme non invernali. Purtroppo in giornate così ci vorrebbero 100000 agenti ma anche questi sono sempre meno – scrive il sindaco Ferretti sulla nostra pagina Facebook - Fortunatamente non è successo nulla, ma dobbiamo riattivare quello che non funziona più partendo dal rispetto, magari con persone incaricate a far parcheggiare in maniera corretta gli utenti.”

Bocche cucite tra le fila della Polizia municipale che non commenta quando dichiarato dal sindaco. Numeri alla mano, però, pare alquanto evidente la carenza di organico. A livello di Unioni, da norma, sarebbe previsto un agente ogni 1000 abitanti, si parla quindi di 27 agenti nell'Unione montana. Attualmente, però, sono in servizio solo 14 agenti e i recenti arrivi, ultimo agente assunto proprio a Ventasso, non hanno colmato pensionamenti e mobilità. Un amministratore interpellato da Redacon fissa a 21 il numero adeguato di agenti della Polizia municipale dell'Unione dei Comuni dell'Appennino reggiano, "27 agenti, infatti, non sarebbe economicamente sostenibile” dichiara.

Intanto sul tavolo dell’Unione sono arrivate diverse proposte da parte della Polizia locale, la prima è stata perseguita e riguarda il posto integrato di Polizia nella nuova sede dove troveranno posto agenti della Polizia provinciale, cui competono competenze anche sulle strade e coi quali si potrà lavorare in sinergia. Sarà il primo posto integrato di polizia a livello nazionale e antesignano in Emilia.

Poi c’è l’accordo di programma con la Regione per prendere dei finanziamenti (dei quali il 90% è a fondo perduto) e che dovrebbe portare la possibilità di fare delle assunzioni ma che, al momento, è fermo in giunta in attesa di approvazione.

La carenza di personale è un male che non affligge solo il nostro territorio, volgendo lo sguardo alle altre località turistiche diverse realtà per le giornate di maggiore affluenza fanno ricorso agli steward, come suggerito anche dal sindaco Ferretti, per aiutare gli utenti ed evitare il caos parcheggi ma è chiaro che non possono essere una soluzione. Steward, ausiliari del traffico, street tutor sono tutte figure previste dalla legge regionale ma dipendono sempre dalla Polizia locale perché hanno un potere limitato sull'attività di accertamento e rimozione, sono certamente di ausilio ma non possono sostituire la forza di polizia.

Gli occhi ora sono tutti puntati sul prossimo weekend, Turismo Appennino ha organizzato un servizio navetta tra il Passo del Cerreto e Cerreto Laghi attivo dalle 9.00 alle 16.00 con l’augurio che questo aiuti a non creare problemi di viabilità.

La preoccupazione, però, resta alta, cosa succederà quando riaprirà anche Febbio?

4 COMMENTS

  1. Sindaco se non ci sono aree di parcheggio campiente per tutte quelle auto puoi avere anche 1000 agenti ma le auto in tasca non possono mettersele. Dal lago al passo non ci sono spazi adeguati fuori dalla strada per poter sistemare tutte quelle auto. Sara’ solo alcune domeniche all’anno fortunatamente. Fate i parcheggi fuori dal paese e mettete le navette. Problema risolto. Stesso problema x le piste del Ventasso.

    http://GM

    • Firma - GM
  2. Ormai siamo al ridicolo . È da tempo che i circoli di Fratelli d Italia della montagna segnalano questa situazione , purtroppo inascoltata. In ogni caso si parla di integrazione con la polizia provinciale come panacea di tutti i mali che nulla porterà visti i compiti e le funzioni di impiego totalmente diverse. Solo fumo negli occhi. MA ANCORA COME MAI IL Vice COMANDANTE CON IL SUO CANE CONTINUA AD ANDARE A LAVORARE CON LA POLIZIA LOCALE DI REGGIO EMILIA? O IL VICE COMANDANTE NON È INDISPENSABILE OPPURE C È ALTRO CHE È DIFFICILE DA CAPIRE.
    Se il personale manca si assuma se non si vuole assumere allora sia il presidente della Unione sia il comandante si assumano le loro responsabilità. I cittadini desiderano risposte , se l unione non funziona si sciolga e si ritorni alla presenza degli agenti nei loro rispettivi territori. Se anche questo non si vuole fare probabilmente un passo indietro del presidente e del comandante si rende opportuno .
    I circoli di Fratelli d Italia dell’Appennino
    Elio Magliani
    Sauro Fontanesi

    http://Sauro Fontanesi

    • Firma - Sauro Fontanesi