Home Redazionale Un aperitivo per le cooperatrici africane

Un aperitivo per le cooperatrici africane

198
0
Un aperitivo solidale per sostenere le cooperative di donne africane. Grazie all’AperiTogo, evento organizzato presso Mug - Magazzini Generativi di Emil Banca, sono stati raccolti fondi per la ricostruzione della “Maison des femmes, un luogo di formazione e di coordinamento delle attività dell’Unione delle donne rurali togolesi, che raggruppa oltre 150 cooperative e coinvolge circa 4.000 socie nella comunità di Kpalimé (120 km a nord della capitale Lomé).
 
All'aperitivo solidale hanno partecipato, oltre ai vertici della Banca, anche il vicepresidente del Gruppo Bcc Iccrea, Giuseppe Gambi, il presidente della Federazione Regionale delle Bcc Emilia-Romagna Mauro Fabbretti, il consigliere comunale, Filippo Diaco, e diversi esponenti della Federazione Nazionale delle Bcc Federcasse che hanno presentato la decennale esperienza del Credito Cooperativo in Togo.

La Maison des Femmes è molto di più di una casa con un tetto: è un luogo di speranza, perché qui queste donne cooperatrici si riuniscono, progettano e possono ricevere la formazione che viene erogata grazie ai progetti di cooperazione internazionale. Purtroppo, dopo che un incendio ha distrutto la struttura, per le donne della Maison incontrarsi e collaborare era diventato quasi impossibile, anche a causa delle lunghe distanze e le poche strade tra la capitale Lomé e i vari villaggi del Togo. I fondi raccolti durante la serata sono andati ad alimentare il crowdfunding “Maison des femmes - Una nuova casa per le donne rurali del Togo” pubblicato sulla piattaforma ideaginger.it per sistemare la struttura.

La raccolta on-line scade tra una decina di giorni.I 5 mila euro fissati come obiettivo sono già stati superati ma il grande successo della campagna ha spinto gli organizzatori ad aggiornare il progetto, non limitandosi più ad un primo ripristino della struttura ma puntando a ristrutturala fin dalle sue fondamenta. Ricostruire la Maison des Femmes permetterebbe inoltre di dare in affitto lo spazio anche ad altre cooperative e associazioni: in questo modo potrebbero raccogliere risorse per i loro progetti.

In questi dieci anni, attraverso il progetto “Le Bcc con il Togo”il Credito Cooperativo, sotto il coordinamento di Federcasse e con la collaborazione dell’Ong Coopermondo, ha investito 2 milioni di euro grazie ai quali 60 cooperative hanno potuto ottenere prestiti per l’acquisto di beni strumentali e 5000 contadini hanno visto migliorare sensibilmente il loro lavoro.

Emil Banca - racconta la referente per i progetti di cooperazione internazionale della Bcc emiliana, Giuliana Braido - partecipa al progetto fin dal primo giorno e con il massimo impegno possibile. Tant’è che lo scorso novembre il nostro vicedirettore Matteo Passini, è stato in missione nel Paese africano e anche alla prossima missione del Credito Cooperativo, che si terrà in autunno, ci saranno dei nostri rappresentanti. Uno - conclude Braido - è stato estratto a sorte tra i tanti che hanno voluto contribuire alla raccolta fondi e hanno partecipato alla serata”.