Home Società A mia madre

A mia madre

758
0

Vola pensiero vola da lei,

avvinghiati al suo cuore, 

accendi il battito per un attimo

e supplica la sua misericordia. 

Accarezzale il viso per me mai spento,

ringraziala dell’immenso amore materno,

della tenacia di donna montanara

nel far scudo alle asperità della vita.

Dille che mi manca la sua voce, 

il suo richiamo, la protezione

della sua mano sul mio capo

per rincuorare le mie fragilità.

Vuol essere rispettoso e di riguardo

questo scritto, luce nelle fredde tenebre,

giuramento d’amore e tormento dell’anima

il mio pensiero davanti al tuo dolce ricordo. 

 

Per il 14 maggio 2023

Alberto Bottazzi