Home Cultura Parole a Corte: Chiara Guidarini presenta “Melocium – lettere dal passato”

Parole a Corte: Chiara Guidarini presenta “Melocium – lettere dal passato”

176
0

Domenica 2 luglio alle ore 18.00 al Castello di Sarzano (Casina – R.E.) prosegue l’iniziativa curata da Giovanna Caroli delle “domeniche sul territorio” che, questa volta, ha come protagonista il romanzo storico che parla di un maniero “vicino di casa”, quello di Minozzo, di cui Chiara Guidarini, autrice, è appassionata ricercatrice storica.

“Melocium – lettere dal passato” (Linee Infinite edizioni) sarà presentato dall’autrice che dialogherà assieme a Maria Grazia Vasirani dell’associazione turistica “il Melograno” che gestisce l’antico maniero nella splendida cornice che il castello offre. Tra le torri, quando il sole cala lentamente e le mura si caricano di fascino antico e mai dimenticato, si evocheranno fatti e personaggi di quella che è la storia del territorio, minozzese e reggiana, che inevitabilmente si è incrociata con quella del maniero ospitante.

Sorto nel cuore delle terre matildiche, le prime tracce del castello di Sarzano risalgono al 958 d.C. e ci portano direttamente nel periodo della Grancontessa, per poi imprimersi nelle mura con la svolta estense. L’attore britannico Christopher Lee è stato l’undicesimo marchese di Sarzano. Altrettanto antica è la Rocca di Minozzo, che come Sarzano, passò nei primi anni del XV secolo sotto al dominio dei marchesi estensi, ma per parlare delle “lettere dal passato” della Guidarini è necessario andare ancor più indietro, nel 1373, quando erano i Visconti a dominare il reggiano.

La storia è quella di Bianca Maria Dalli, contessa e governatrice della Rocca di Melocio. Attorno a lei ruotano i personaggi che animano il borgo: l’irruente “picchiarino” Niccolò, la bellissima e ingenua Luceia, il piccolo Otto vittima di un sortilegio, una malattia… qualcosa di sconosciuto. La placida quiete delle montagne si placherà quando i Fogliani, infeudati del diritto sulla Rocca da parte dei Visconti, torneranno a Melocio con l’idea di riprendersela.

«Si tratta di una storia basata su fonti d’archivio reali – spiega l’autrice – non tanto i personaggi quanto la ricostruzione della rocca, dalle mura ai reperti rinvenuti, dalle pergamene, ai disegni, agli scritti. Il mio compito è quello di appassionare il lettore e invitarlo a vedere i luoghi, a conoscerli davvero.»

Chiara Guidarini ha all’attivo venti pubblicazioni. L’uscita del ventunesimo libro è prevista nell’estate. “Melocium – lettere dal passato” ha ottenuto la menzione speciale della giuria al Concorso “Raccontami”, Buk festival 2023 ed è stato presentato al Palazzo Papale di Viterbo e al Ce.Di.Do negli anni 2021 e 2022.