Home Cronaca Vigili del fuoco Castelnovo: a rischio l’orario agevolato

Vigili del fuoco Castelnovo: a rischio l’orario agevolato

911
0

Il distaccamento dei Vigili del fuoco di Castelnovo ne' Monti rischia di perdere l'orario di lavoro agevolato che ha garantito squadre operative efficienti e interventi tempestivi nel corso degli anni. Il Partito Democratico Emilia Romagna ha espresso la propria preoccupazione riguardo a questa decisione e ha chiesto soluzioni immediate.

Da oltre due decenni, il distaccamento di Castelnovo ne' Monti è stato riconosciuto come Sede Disagiata dal Dipartimento centrale dei Vigili del fuoco. Ciò ha permesso al personale, composto principalmente da 32 lavoratori che risiedono a considerevoli distanze dalla sede, di beneficiare di un orario di lavoro di 24 ore seguite da tre giorni di riposo. Tale turnazione è stata necessaria per coprire le lunghe distanze e i costi correlati agli interventi in montagna.

Una recente circolare attuativa del Dipartimento, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2024, prevede il ritorno all'orario di lavoro ordinario per il distaccamento di Castelnovo ne' Monti. Questa decisione ha sollevato allarmi sia tra gli operatori che tra i sindacati di categoria, i quali hanno evidenziato le peculiarità dell'area montana e la necessità di trovare una soluzione adeguata.

I consiglieri reggiani di maggioranza del Partito Democratico Emilia Romagna Federico Amico, Stefania Bondavalli, Andrea Costa, Roberta Mori e Ottavia Soncini hanno presentato un'interrogazione alla Giunta regionale per sottolineare le condizioni oggettivamente disagiate in cui operano i Vigili del fuoco di Castelnovo ne' Monti. Il territorio di competenza del distaccamento si estende su oltre 1000 km², con altitudini che superano i 700 metri. Le sfide operative legate alle difficili condizioni climatiche, alle strade tortuose e non asfaltate e alla presenza di numerose frazioni, stazioni sciistiche e luoghi turistici sono ben note.

L'attuale orario di lavoro agevolato ha soddisfatto il personale e ha garantito la prontezza operativa delle squadre, consentendo di salvare vite e affrontare in modo efficace le numerose sfide presenti nell'area montana. L'obbligo di passare all'orario ordinario, però, ha già portato alcuni vigili del fuoco esperti a richiedere il trasferimento, con potenziali ripercussioni organizzative e un indebolimento delle competenze specifiche del distaccamento.

Il Partito Democratico Emilia Romagna sottolinea l'importanza di preservare questo presidio di sicurezza nella regione dell'Appennino. Pertanto, chiede alla Regione e ai parlamentari di intervenire e trovare una soluzione strutturale che mantenga l'orario agevolato per i Vigili del fuoco di Castelnovo ne' Monti. È fondamentale considerare le peculiarità dell'area montana e garantire la continuità di un servizio operativo efficiente, in linea con le politiche regionali e nazionali volte a ridurre le disuguaglianze territoriali e sostenere le aree interne.