Home Cronaca Il Commissario Figliuolo sorvola la frana di Baiso

Il Commissario Figliuolo sorvola la frana di Baiso

Il generale, prima dell'incontro col presidente Bonaccini, sui luoghi martoriati dal maltempo in Emilia Romagna, tra cui anche quelli del nostro Appennino

2635
1

Il generale Francesco Paolo Figliuolo in visita alle regioni alluvionate della Romagna, ma con una ‘deviazione’ anche sul nostro Appennino. Il neo nominato, Commissario alla ricostruzione infatti oltre ad incontrare il presidente regionale Bonaccini nel pomeriggio, secondo quanto riportato questa mattina da Sky News, ha in programma un sorvolo in elicottero dei luoghi colpiti dall’inondazione, ma prima, soffermerà anche la sua attenzione sul territorio di Baiso, colpito, nel maggio scorso, da una frana che ancora mette a repentaglio la sicurezza dei caseggiati della zona.

L'imponente frana di Baiso

Questa giornata in Emilia Romagna, rappresenta una prima presa di contatto da parte del generale, che però avrà modo di rendersi conto delle criticità provocate dal maltempo dei mesi scorsi, in pianura, certo, ma anche sulla parte reggiana dell’ Appennino.

A Baiso, per altro, si lavora senza sosta per cercare di rallentare l’incedere di questa frana, ‘dormiente’ per anni, ma che le intense precipitazioni di metà maggio ha completamente ‘risvegliato’. I lavori per rimettere in sicurezza il territorio interessato dall’enorme smottamento di terreno – si parla di 10 milioni di metri cubi di materiale per un fronte che si estende per 2,7 chilometri – procedono in modo indefesso. Giorno e notte. Con almeno 40 persone impegnate durante le ore diurne ed almeno una quindicina di notte. Una situazione che sta mettendo in pericolo le famiglie (sono quattro) interessate dalla frana – “La paura è che venga giù – racconta il signor Vittorio, all’inviato di Sky News – e se accade rischia di portare via tutto, comprese le nostre case” -, anche se, il fronte franoso sta rallentando. Se il meteo reggerà, la speranza è che vada a fermarsi a breve, con tutto il materiale raccolto dalle ruspe che servirà per mettere in sicurezza gli argini dell’Enza.

1 COMMENT

  1. Vorrei riallacciarmi anche ad un articolo precedente dove veniva elogiato il lavoro e l’impegno del nostro Sindaco e di tutta la giunta per la sveltezza dei lavori svolti sulle strade di competenza comunale durante i giorni di pioggia intensa …. Frane e disservizi!Elogio che non possiamo fare alla Provincia ,che ad oggi non ha ancora liberato e aperto la strada di Montelusino , strada che collega Baiso a Viano e dove sia gli abitanti che i ristoratori lamentano disagi e “giri del mondo “per arrivare alle case di residenza;
    Lo stesso per la strada di Tresinaro che dalla Fondovalle si Viano -Carpineti sale a Baiso: lavori di sicurezza svolti e finiti…ma ad oggi un semaforo dirige il traffico alternato per chi sale e scende e non si capisce perché! Vorrei ricordare alla Provincia che Sabato 8 e Domenica 9 cabbimo a Baiso un evento storico,culturale, musicale ed enogastronomico dove migliaia di persone arriveranno a Baiso ….