Home Cronaca “You are Matilde”: tour virtuale ora disponibile anche ai castelli di Bianello,...

“You are Matilde”: tour virtuale ora disponibile anche ai castelli di Bianello, Carpineti e Sarzano

722
0

Tre sono i nuovi siti storici ora visitabili in abbinamento all’esperienza di realtà virtuale identificata con la denominazione “You are Matilde”. Grazie ad un accordo di collaborazione tra il Gruppo Storico Folkloristico il Melograno, gestore dei Castelli di Bianello, Carpineti e Sarzano, e EmiliaLand, la start up che ha ideato il progetto, è ora possibile abbinare le visite classiche ad uno street tour virtuale con il quale il pubblico può conoscere la vita di Matilde di Canossa e le principali vicende storiche che l’hanno vista protagonista. Bianello, Carpineti e Sarzano si uniscono ora  a Canossa -dove già da tempo era offerta questo tipo di esperienza- per ampliare la tipologia di servizi proposti al pubblico.

Con You are Matilde, attraverso l’utilizzo di visori,  il pubblico, accompagnato dalla voce di Barbara Alberti,  può indossare i panni della Grancontessa e ripercorrere le tappe principali della sua esistenza e della sua epoca. Il plusvalore di una simile attività si trova da un lato vivendola nei luoghi specifici che sono stati il teatro dei principali eventi del XI-XII secolo nei quali spicca senza dubbio la prima donna moderna di tutti i tempi. Dall’altro grazie alle narrazioni del personale specializzato che guida l’avventura. Si può parlare proprio di un’avventura, benché virtuale, in quanto l’utenza è realmente catapultata all’interno delle proiezioni.  Durante i video si possono apprezzare le scene proposte muovendosi in esse letteralmente a 360° diventando quindi veri e propri protagonisti. Una volta tolti i visori ci si immerge nella realtà concreta all’interno di quelle millenarie mura che sono state il vero e proprio palcoscenico degli eventi dell’epoca.

Autenticità, affidabilità e sorpresa sono i termini con i quali è possibile sintetizzare le caratteristiche di questa nuova modalità di fruizione dei principali monumenti che punteggiano il territorio della provincia di Reggio Emilia che è una meta sempre più scelta dai turisti che desiderano una tipologia di destinazioni dove la storia si fonde con la natura.

Il lancio di questa nuova proposta c’è stato sabato 16 luglio al castello di Carpineti dove un gruppo di persone ha potuto sperimentare la proposta cui ha fatto seguito un aperitivo a base di prodotti tipici locali.

A questa uscita ne seguiranno altre già programmate per il 4 agosto al Castello di Bianello e il 10 settembre al Castello di Sarzano.

Il sindaco di Carpineti Tiziano Borghi riferisce quanto segue:  “Ho trovato la presentazione di You are Matilde un sistema innovativo e molto interessante. L'applicazione di questa nuova tecnologia permette al visitatore dei monumenti matildici di proiettarsi letteralmente dal presente al passato del castello dove si trova in quel momento. Questa integrazione tecnologica della visita, completa in modo visivo il racconto della guida ma, soprattutto, ed è questa la parte più sorprendente, il visitatore rivive la scena dall’interno della stessa. Durante la visione ho avuto veramente il timore di entrare fisicamente in collisione con qualcuno delle armigeri o dei personaggi della storia. Ho provato stupore e una grande sorpresa che mi ha veramente entusiasmato”.

Il sindaco di Quattro Castella Alberto Olmi così si esprime al riguardo: “La realtà virtuale ‘You are Matilde’ consente al visitatore di aggiungere al contributo della guida professionale diverse esperienze in un ambiente tridimensionale e musicale avvolgente. Si apre con questa formula la possibilità di immergersi in ambienti monumentali diversi con narrazioni, materiali iconografici e sonori progettabili e adeguabili nel tempo e nello spazio. E’ di sicuro una possibilità per riportare in un solo luogo i valori di un intero distretto territoriale turistico e orientare il visitatore ad esplorarlo continuando ad arricchirsi”.

Gianfranco Campani, consigliere comunale di Carpineti, interviene apportando il suo contributo: “Credo che il tour virtuale sia un’esperienza innovativa e interessante. Sicuramente sfonderà con le scolaresche e gruppi organizzati. La mia opinione è che la spiegazione della storia di Matilde delle guide -molto interessante e intrigante sempre con un po’ di gossip e lasciando anche qualche dubbio- completi i filmati che col tempo potrebbero anche essere ripensati e rinnovati”.

Alcuni dei partecipanti, interpellati relativamente all’esperienza appena vissuta, gentilmente rilasciano il proprio parere in merito.

“Iniziativa molto interessante e valida. E’ emozionante vedere la storia nella storia. Ci si immedesima tantissimo”. (Paola)

“Esperienza elettrizzante, mai provato niente di simile prima. Sicuramente da ripetere. È un'idea di fruizione moderno, di sicuro da pubblicizzare”. (Luigi)

È stato un evento unico nel suo genere. Malgrado si fosse coscienti di essere in una realtà virtuale, le sensazioni, le emozioni erano talmente vivide da sembrare di essere quasi parte delle vicende. Le scenografie erano stupende, i suoni accattivanti come la voce narrante. E’ un'esperienza da vivere personalmente, difficile da spiegare”. (Angela)