Home Cronaca Un bosco di fantasia urbana: Susi Costi e i cassonetti elfici

Un bosco di fantasia urbana: Susi Costi e i cassonetti elfici

1553
3
L'artista Susi Costi

"Quando ho iniziato questo progetto, non avrei mai immaginato che avrebbe suscitato un tale interesse e coinvolgimento nella comunità locale", afferma Susi Costi, l'artista dietro l'iniziativa dei cassonetti raffiguranti elfi e gnomi.

I cassonetti prima di essere dipinti

"L'idea di trasformare questi oggetti banali e trascurati in opere d'arte è nata prima di tutto da una necessità: i cassonetti banalmente erano posizionati all’ingresso del mio negozio. Pensando a un modo per armonizzarli con l’ambiente circostante e renderli meno ‘repellenti’ ho allargato la riflessione e mi è nato un desiderio di dare nuova vita e dignità a qualcosa di spesso ignorato. Voglio che le persone si fermino, sorridano e riflettano così da cambiare la nostra prospettiva sulla bellezza e sull'ambiente che ci circonda."

I cassonetti elfici

Così è nato il suo progetto straordinario, un connubio di arte e visione, che ha trovato terreno fertile grazie al sostegno del Comune di Casina e dell'azienda di smaltimento rifiuti, Iren. "Il supporto del Comune e il permesso dell'Iren, proprietaria dei cassonetti, sono stati fondamentali," dice Susi. "È incredibile come l'arte possa unire le persone e ispirare il cambiamento."

Il cassonetto del vetro con l'elfo Bo

I cassonetti, una volta trascurati e ignorati, ora si ergono come espressioni colorate di dignità. "Non si tratta solo di decorare," afferma Susi con entusiasmo. "È una dichiarazione di rispetto per l'ambiente che ci circonda. Volevo che anche i rifiuti avessero un momento di 'riposo', un'area in cui potessero riprendere fiato prima di affrontare il ciclo di riciclo."

Il cassonetto della plastica

La graduale trasformazione dei cassonetti, dal verde scuro del vetro al blu dell'indifferenziata, ha catturato l'attenzione dei residenti e dei passanti. La sua abilità nel dare dignità ai rifiuti è stata affiancata dalla sua creatività nel disegnare gnomi ed elfi. Ogni personaggio porta un messaggio e un valore specifico, aggiungendo significato e connessione all'intero progetto.

Il cassonetto della carta

"La gente si ferma, scatta foto e lascia messaggi di apprezzamento sui social media. È davvero emozionante vedere quanto queste opere d'arte improvvisate abbiano reso più vibrante e vivace il nostro quartiere. Sono grata per l'opportunità di contribuire a rendere Casina un posto ancora più speciale attraverso la mia arte".

Il cassonetto dell'indifferenziata

Ma Susi non si ferma qui. "Spero che questa sia solo l'inizio," dice con un sorriso. "Vorrei coinvolgere la comunità ancora di più e magari trovare un finanziatore che possa aiutare a creare 'aree relax per i rifiuti' in tutto il paese e in tutto l’Appennino. È una missione di bellezza, rispetto e cambiamento."

3 COMMENTS

  1. Brava questa artista che dona la sua creatività non solo per il solo piacere estetico ma per un miglioramento sociale. L’arte al servizio del bello, del miglioramento, la fantasia che cura, con una fiaba, un segno, un racconto, così…per renderci più bello il mondo. Grazie ragazza “campanellino”…tutti approviamo con entusiasmo !

    Simona Sentieri Artista

    • Firma - Simona Sentieri Artista