Home Dalla Provincia Furto e danneggiamento nella sede Scout di Scandiano

Furto e danneggiamento nella sede Scout di Scandiano

195
0

Un individuo di 29 anni è stato identificato in relazione a una serie di intrusioni presso la sede del Gruppo Scout di Scandiano, durante le quali ha rubato generi alimentari e causato danni alle strutture. Le sue azioni delittuose sono state documentate da telecamere di videosorveglianza posizionate all'interno della struttura. L'uomo, residente nel comprensorio ceramico, è attualmente soggetto a procedimenti investigativi in fase preliminare, al fine di stabilire le valutazioni e determinazioni relative all'esercizio dell'azione penale.

I fatti risalgono al periodo compreso tra il 12 e il 14 ottobre, quando un dirigente del "Gruppo Scout Scandiano 1" ha segnalato un tentato furto aggravato presso la sede Scout di Scandiano alla Tenenza dei carabinieri locale. La dirigente, 28enne, ha informato le autorità dell'esistenza di telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso le azioni del malfattore. Ha spiegato di aver visitato la sede il 12 ottobre e di aver scoperto che la porta della cucina era stata forzata e danneggiata. Dai video, è stato possibile identificare chiaramente un ladro sconosciuto mentre sottraeva generi alimentari dalla cucina, tra cui un sacco di pasta da 5 kg, una bottiglia di olio e due bottiglie di salsa di pomodoro.

Il 14 ottobre, un altro dirigente Scout del "Gruppo Scout Scandiano 1" ha presentato una denuncia per danneggiamento presso la stessa struttura. Quest'uomo ha riferito di essere giunto nella sede intorno alle 9:30 e di aver notato che qualcuno era entrato nell'edificio. Ha cercato di inseguire il presunto ladro senza successo. Durante un sopralluogo, è stato constatato che le porte dell'edificio erano state forzate e danneggiate. Inoltre, il malvivente aveva utilizzato la cucina per cucinare con i prodotti presenti all'interno e aveva lasciato il cibo nelle pentole. Sono state trovate anche tracce di urine sul pavimento.

Entrambi i denuncianti hanno consegnato alle autorità i video e le immagini delle telecamere di videosorveglianza che documentavano le azioni del ladro. Dopo aver esaminato attentamente i filmati, i carabinieri della Tenenza di Scandiano hanno identificato l'indagato come la persona responsabile degli eventi. Di conseguenza, sono stati raccolti elementi che suggeriscono la sua presunta responsabilità nei reati contestati, e l'uomo è stato denunciato alla Procura reggiana in relazione alle normative violate.