Home Cronaca ‘A Casina non c’è stata nessuna infiltrazione mafiosa’

‘A Casina non c’è stata nessuna infiltrazione mafiosa’

779
0

A Casina non c'è stata nessuna infiltrazione mafiosa. Il Ministro dell'interno ha decretato che il procedimento avviato nei confronti del Comune è concluso. Lo ha dichiarato il sindaco Stefano Costi, durante la seduta del Consiglio Comunale che si è svolto questa sera.

“Siamo sempre stati fiduciosi  – ha affermato il sindaco - nel nostro lavoro e in quello dei nostri dipendenti e collaboratori e ora siamo più sollevati . In questi sei mesi il lavoro dell'amministrazione comunale è andato avanti ma ora lo faremo ancora con più serenità”.

Lo scorso 31 marzo si è insediata la commissione di indagine attivata dall’ex prefetto Iolanda Rolli per verificare l’esistenza di tentativi di infiltrazione, o collegamenti alla criminalità organizzata, all’interno dell’amministrazione comunale.

Una decisone presa dopo che era stata negata l’iscrizione dell' impresa di Tommaso Manfreda, alla white list. Manfreda era assessore ai lavori pubblici. Dopo l’interdittiva che ne bloccava di fatto l’attività, a settembre il tribunale di Bologna si è espresso per la ripresa dell’attività dell'imprenditore nell’ambito dell’edilizia privata, ma sotto controllo per 18 mesi di un amministratore giudiziario.