Home Dalla Provincia Pizzeria di Reggio nei guai, dava lavoro a manodopera senza permesso di...

Pizzeria di Reggio nei guai, dava lavoro a manodopera senza permesso di soggiorno

2879
0

Controlli serrati dei carabinieri del Comando provinciale di Reggio Emilia, coadiuvati dal Nas di Parma, dal nucleo Ispettorato del lavoro e dai colleghi della Forestale di Modena, nel capoluogo.

In particolare sono stati passati al setaccio vari , ma anche singole persone, al fine di portare ad emersione fenomeni di criminalità comune e così detta predatoria, oltre che di degrado urbano.

Al termine dei controlli, ad essere stati posti sotto la lente di ingrandimento delle forze dell’ordine sono state 80 persone e 40 mezzi, e vari esercizi pubblici, oltre al controllo di un allevamento. 

Durante il controllo di un esercizio pubblico, i militari dell’Arma, hanno riscontrato l’impiego di manodopera sprovvista di permesso di soggiorno per lavoro subordinato. Per questi motivi, 2 persone, una donna ed un uomo quarantenni, residenti nel Reggiano, titolari di una pizzeria oggetto del controllo, sono state denunciate alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia, diretta dal Procuratore Calogero Gaetano Paci, la quale si riserverà successivamente di svolgere gli approfondimenti necessari. Inoltre è stata disposta la sospensione dell’attività e la contestazione delle sanzioni amministrative per un importo complessivo di 6.820,00 euro.

Durante il controllo di un altro esercizio pubblico veniva identificato un minore di anni 17 impiegato presso quello stesso luogo di lavoro, e veniva accertata, anche, la violazione amministrativa dell’impiego di un lavoratore senza contratto, ragion per cui è stata comminata una sanzione di 3.600 euro. Sono, in relazione a questo, in corso di valutazione eventuali illeciti penali legati al mancato ottemperamento della visita medica e dei corsi sulla sicurezza che sono obbligatori.

Infine è stato segnalato alla Prefettura, per uso personale di sostanze stupefacenti, un 21 enne reggiano, poiché trovato in possesso di una modica quantità di marijuana. I carabinieri hanno sottoposto a sequestro amministrativo lo stupefacente rinvenuto.