Home Cultura Incontri a Villa Minozzo: riflessioni storiche e il ruolo dei partigiani stranieri

Incontri a Villa Minozzo: riflessioni storiche e il ruolo dei partigiani stranieri

407
0

L'associazione Villacultura di Villa Minozzo ha in programma due appuntamenti che mirano a esplorare temi storici e contemporanei di grande rilevanza. Questi appuntamenti sono previsti per il 24 e il 25 aprile, entrambi alle ore 17 presso la locale biblioteca.

Il primo incontro, fissato per mercoledì 24 aprile, vedrà protagonista Francesco Fantuzzi, autore del saggio "La società dell'emergenza". La discussione, moderata da Paola Ranzani, si concentrerà sull'impatto delle continue "emergenze" che caratterizzano il nostro tempo - dalla pandemia alla guerra in Ucraina, passando per la crisi mediorientale e i gravi cambiamenti climatici. Fantuzzi proporrà una riflessione sul come queste crisi abbiano instillato una profonda sensazione di insicurezza e caos, spingendo le società moderne ad accettare livelli crescenti di controllo da parte delle autorità tecnocratiche.

Il giorno successivo, 25 aprile, in occasione dell'anniversario della Liberazione, si terrà l'incontro "Il Partigiano straniero". La sessione è organizzata in collaborazione con il Circolo Enrico Zambonini e vedrà il contributo di Graziano Malvolti. Durante l'evento, verranno esplorate le storie dei partigiani stranieri, in particolare quelli sovietici, che hanno combattuto in Emilia Romagna durante la Seconda Guerra Mondiale. Un focus particolare sarà dedicato a Vladimir Pereladov, comandante di un battaglione partigiano attivo nella liberazione di Montefiorino.

Inoltre, Paola Ranzani presenterà un'analisi storico-iconografica del monumento di Civago, situato a Case Cattalini. Questa parte dell'evento mira a rivelare i simboli e i legami stilistici del monumento, offrendo una nuova prospettiva su quest'opera d'arte e sui suoi creatori.