Home Redazionale Emil Banca, settemila sì al Bilancio

Emil Banca, settemila sì al Bilancio

134
0

L’assemblea dei Soci di Emil Banca ha approvato all’unanimità il Bilancio 2023 chiuso con un Utile record di 71,5 milioni di euro e eletto nel Consiglio di Amministrazione Raffaella Pannuti, già cooptata dal Cda nel novembre scorso in sostituzione di un componente dimesso.

L’Assemblea ha accolto la proposta del Cda relativamente alla remunerazione del capitale sociale del 7,5%: ai soci verranno distribuiti oltre 8,5 milioni di euro tra dividendi e rivalutazione delle azioni detenute.

In totale, il 97% dell’Utile generato lo scorso anno resterà sul territorio dove è stato realizzato: 58 milioni di euro saranno destinati alla riserva legale, andando ad aumentare il patrimonio e quindi la capacità di azione della Banca, e 2 milioni di euro andranno nel fondo e mutualità e beneficenze per attività sul territorio. Il restante 3%, come da obbligo di legge, è stato destinato al fondo per la promozione e lo sviluppo della cooperazione.
Tra i quasi 7000 soci (tra presenze e deleghe) che si sono ritrovati per l'assemblea all’Unipol Arena di Casalecchio era presente anche Rino Parmeggiani, socio quasi centenario di Molinella (è del 1924) che non ha voluto mancare all’appuntamento più importate dell’anno della cooperativa di credito di cui è socio da oltre 60 anni. 

Ha presto parte all'Assemblea in qualità di ospite che ha portato i suoi saluti il Presidente nazionale di Confcooperative, Maurizio Gardini.

Un utile record, l’impegnò verso famiglie, terzo settore e mondo agricolo, il miglioramento di due livelli del nostro Rating Sociale e ambientale, arrivato ad A+ su una scala che va da DD ad AA, e l’ottenimento della partita di genere”, è Matteo Passini, alla prima assemblea da Direttore Generale, a elencare i principali risultati dell’anno appena chiuso. Grazie all’impegno dei nostri collaboratori e alla fiducia che il territorio continua ad accordarci, anche quest’anno ci siamo confermati come punto di rifermento per l’economia reale di questo territorio ricco e laborioso, e come partner affidabile delle realtà che animano le comunità di cui facciamo parte”, ha concluso.

Grazie a questi risultati avremo la solidità necessaria per continuare a fare banca in un modo differente, basato su solidarietà e mutualità - ha aggiunto il presidente Gian Luca Galletti - e l’Assemblea ha potuto destinare 2 milioni di euro dell’utile maturato al Fondo mutualità e beneficenza. Risorse che si andranno a sommare a quelle già in dotazione (circa 1 milione di euro) dei 33 Comitati Soci Locali per la promozione di attività e progetti sul territorio”.