Home Cronaca Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto approva il bilancio

Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto approva il bilancio

673
0

La Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto sabato 8 giugno ha approvato il bilancio sociale 2023 e, nel pomeriggio della stessa giornata, ha inaugurato quattro nuovi mezzi dedicati ai servizi ordinari, sociali e di protezione civile.

“Per noi è stato un appuntamento davvero rilevante – afferma il Presidente della Pubblica Assistenza Iacopo Fiorentini - che vorremmo anche condividere con la comunità. Il bilancio sociale è il documento che ogni anno attesta lo stato di salute della nostra associazione, che fortunatamente resta molto buono, ma ci ricorda anche quali sono i valori e gli obiettivi per i quali ci impegniamo ogni giorno a fianco della comunità. Ogni risultato è comunque legato alla costanza e determinazione di tutti i nostri volontari e collaboratori, che in questa occasione voglio nuovamente ringraziare dal profondo del cuore”.

Il bilancio sociale 2023 fornisce numeri inequivocabili sull’importanza che oggi ha assunto la Pubblica assistenza nel sistema sanitario locale e nelle risposte alle necessità delle persone che vivono in Appennino.

I volontari totali sono 347, l’età media è 44 anni. Nel 2023 è stato erogato un totale di 78.900 ore in servizio, delle quali oltre il 70% grazie all’impegno dei volontari. Il numero servizi elargiti nel 2023 è stato di 23.294. I mezzi della Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto hanno percorso in totale 370.091 chilometri, più di 9 volte la circonferenza terrestre.

Conclude Fiorentini: “Gli interventi urgenti di emergenza sono quelli che la comunità conosce meglio, perché spesso sono sotto i riflettori anche dei media. Sono quelli che salvano vite nell’immediato, e quindi hanno un’importanza enorme. Ma rappresentano una parte minoritaria del nostro lavoro, come tutti i nostri volontari e collaboratori sanno bene. I ‘servizi ordinari’ e sociali rappresentano invece la preponderanza del nostro impegno, e sono ugualmente ‘vitali’: per persone anziane, ammalate, con difficoltà di deambulazione, è un aiuto insostituibile poter essere accompagnati in piena sicurezza per ricoveri ospedalieri, dimissioni, visite e riabilitazioni, o a terapie salva-vita quali la dialisi. Riuscire a trasmettere tranquillità a chi deve affrontare queste prove è davvero una grande soddisfazione, di cui siamo orgogliosi”.

E tra i mezzi che sono stati inaugurati sabato ci sono proprio due nuove vetture Fiat Panda dedicate ai servizi sociali. Insieme a queste, c’è anche un nuovo quad e una nuova Jeep con carrello, mezzi destinati agli interventi di protezione civile, altro settore che negli ultimi anni ha assunto un’importanza sempre maggiore nell’ambito della Pubblica Assistenza, in particolare in caso di eventi climatici avversi e calamità naturali.

La giornata si è conclusa con un’apericena in compagnia alla quale hanno partecipato davvero tante persone.