Ucraina: in Emilia-Romagna arrivati 22.200 profughi. Numerosi accolti in Appennino

Numerosi i profughi accolti nei comuni dell’Appennino reggiano. In Emilia-Romagna sono 22.200 i profughi ucraini arrivati finora. Lo rende noto la prefettura di Bologna. Quattro sono le città che ne accolgono maggiormente: Rimini con 4.422, Bologna con 3.755, Reggio Emilia […]

Vezzano, segnalateci alloggi da affittare per accogliere i profughi

I comuni dell’Unione colline matildiche (Albinea, Vezzano sul Crostolo e Quattro Castella) si mobilitano alla ricerca di disponibilità di appartamenti da segnalare ai responsabili del circuito servizio di accoglienza straordinario (Cas), gestito dalla Prefettura di Reggio Emilia, e da destinare […]

Toano, un caloroso benvenuto ai cittadini ucraini

Presso il circolo San Biagio di Toano oggi pomeriggio l’assessore ai servizi sociali ed alla sanità Roberta Ruffaldi, il presidente della pro loco Pro Toano Leonardo Perugi, con i componenti dell’associazione e i componenti della Caserma dei Carabinieri di Toano […]

Carpineti pronto ad offrire ospitalità ai profughi ucraini

Carpineti è pronto a fare la propria parte per offrire accoglienza ai profughi ucraini in fuga dal dramma e dalle macerie della guerra. Sabato mattina alcuni amministratori del comune e del “Don Cavalletti”, guidati dal sindaco Tiziano Borghi, hanno compiuto […]

Emilia Romagna garantirà accoglienza ai profughi ucraini

L’Emilia-Romagna è pronta a garantire l’accoglienza di profughi dall’Ucraina. Da un lato attraverso la rete nazionale dei Cas (Centri di accoglienza straordinaria) e del Sai (Sistema di accoglienza e integrazione) che il Governo sta attivando nei territori, gestita dalle Prefetture (5mila […]

“Se ascoltiamo sappiamo accogliere”

Cinque anni di attività, 61 persone accolte. Teatro di Casina gremito per raccontare l’esperienza del Centro d’Ascolto Caritas presieduto da don Nildo Rossi. Tante esperienze, anche di chi “ha conquistato una nonna di 96 anni, vincendo la sua diffidenza”

“Oltre la paura, insieme, si può”

Quei giovani amici che vengono da diverse nazioni e si incontrano in Appennino senza paura. Tre serate, a mostra “In fuga dalla Siria” con oltre 400 visitatori, e il 16 giugno l’invito dell’associazione Al Bayt a condividere, presso il bocciodromo di Felina. Un commento: “Spero che in molti…. si impegnino a cambiare il mondo.”

Powered by WordPress | Officina48