Una volpe in tagliola, simbolo della crudeltà di alcuni umani, ora è al Rifugio matildico

Per quanto risulti una pratica medioevale (proprio perché oltre alla brutalità che lo caratterizza, ha origini nel Medioevo), il bracconaggio è ancora un fenomeno sommerso. Secondo il Cabs (Comitato nazionale contro l’uccisione degli uccelli), infatti, l’Italia occupa un secondo posto […]

“Ma il Parco è terra di nessuno?”. La denuncia di Legambiente Val d’Enza. AGGIORNAMENTO La risposta dell’ufficio stampa del Parco

Al Passo della Cisa nel versante reggiano del Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, incursioni di bracconieri e cartelli presi di mira. La fotodenuncia dal Calamone. Dopo 6 anni disattesa la promessa di Giovanelli di studiare un sistema di accesso all’area

Alma e Loba sono cani. E cacciano i bracconieri

I nuovi agenti a quattro zampe in dotazione ai forestali del Parco Appennino. I cani antiveleno sono in grado di fiutare esche e bocconi avvelenati. Il comandate Piacentini: “Addestrati in Spagna”

Carni di bracconaggio nei ristoranti: ora indaga l’Arma

Carabinieri ipotizzano commercio clandestino di carni destinate “alle tavole” prive dei controlli sanitari dopo l’ultimo episodio dello scandianese

Powered by WordPress | Officina48