In ricordo di Afro Lusuardi, primo direttore del Consorzio del Parmigiano Reggiano, inventore dei puntini

A Cortogno l’uomo dei puntini era di casa. Nel casinese si ricorda Afro Lusuardi, che qui comprava formaggio ma inventò anche il metodo di marchiatura del Parmigiano Reggiano. Le testimonianze di Leo Bertozzi e di Marcello Chiesi

Riserva di Biosfera MAB Appennino: nasce il Manifesto per il Paesaggio del Parmigiano Reggiano di Montagna

Il mondo del Parmigiano Reggiano in Appennino più che altrove caratterizza il territorio. “Il Manifesto per il Paesaggio del Parmigiano Reggiano, che sarà sottoscritto sabato 31 luglio a Casina, è la bandiera di un’alleanza per connettere persone e territorio. È […]

Brexit, un no deal penalizzerebbe il marchio Parmigiano Reggiano a favore di imitazioni

Grande preoccupazione del Consorzio del Parmigiano Reggiano sull’uscita del Regno Unito dall’Europa. Un no deal aumenterebbe la concorrenza dei fake sul mercato inglese e potrebbe generare nuovi dazi in un mercato già provato dalla pandemia. Il Regno Unito è il […]

Casina: una forma da record

Tagliata a Casina, per la presentazione della Fiera del Parmigiano Reggiano (la cui prossima edizione si terrà l’anno prossimo) la prima forma di Parmigiano Reggiano prodotta 15 anni fa dalla latteria del Parco. Sono intervenuti il sindaco Stefano Costi, il […]

Yuri Cilloni (cantante) Fabrizio Lugarini (ideatore) Ivan Cilloni (casaro Tabiano) Daniele Campani (batterista) Giuliano Ugoletti (casaro Campola) Beppe Carletti Nomad

“Io vagabondo”, firme dei Nomadi e note sulle forme di Parmigiano Reggiano

Uno speciale progetto di beneficienza è stato organizzata da Nomadi Fans Club Pan Person Nomadi e Lambrosc in collaborazione col Consorzio Parmigiano Reggiano e le latterie di Tabiano (Viano) e Campola (Vezzano). Domenica 13 ottobre, le forme di Parmigiano Reggiano saranno autografati dai componenti daila band dei Nomadi e saranno messe all’asta.

Powered by WordPress | Officina48