“La legalità̀ riguarda tutti”

Le classi terze dell’Istituto comprensivo “Toschi” di Baiso e Viano hanno dato vita ad una  bella mattinata di cultura della legalità,  che ha visto come ospiti d’eccezione il capitano Dario Campanella, comandante della compagnia di Castelnovo ne’ Monti, ed Enrico […]

Anche in montagna si possono acquistare le arance della legalità

Arance calabresi della coop sociale Goel-Bio che si prenotano entro il 28 novembre p.v.

Una “due giorni” sulla legalità

Promossa dal Comune di Castelnovo ne’ Monti, si terrà venerdì 18 e sabato 19 settembre prossimi. Il 23 novembre menzione speciale per l’impegno del sindaco Enrico Bini “all’insegna dei principi di integrità, responsabilità e professionalità, nel rispetto e tutela dello stato di diritto, in condizioni di particolari avversità e di improprie pressioni contro la legalità nel contesto in cui ha operato”

Enrico Bini in Calabria per testimoniare la legalità

Sta rientrando dalla Calabria il sindaco di Castelnovo ne’ Monti, Enrico Bini, che ha partecipato per alcuni giorni, insieme ad un gruppo di studenti dell’Istituto “L. Einaudi” di Correggio, al campo di volontariato organizzato dall’associazione “Libera”, “EstateLiberi”. Il gruppo ha prestato […]

Castelnovo ne’ Monti no “cittàslot”?

L’argomento delle slot machine viene ripreso dal M5S, che a Castelnovo ne’ Monti annuncia la presentazione di una mozione per il prossimo Consiglio comunale. La buona volontà cozza contro le “ragioni del soldo”: Massimiliano Genitoni: “Lo Stato lancia proclami per sensibilizzare i giocatori ma dietro ci sono ottantasei miliardi di euro (2013) che vengono incassati ogni anno”

Bini in prima linea di nuovo sulla legalità. E sulla nuova Provincia: “C’è poca montagna”  

Giornata convulsa per il primo cittadino castelnovese. Sui media si ingigantisce il caso dei sindaci “tolleranti” di Brescello e Montecchio. A Bismantova il sindaco di Castelnovo si dissocia anche sulla Provincia: “Viene meno il criterio di rappresentatività nel Consiglio”

Castelnovo ne’ Monti “città intelligente”

Questa la qualificazione che potrà assumere nel prossimo futuro il capoluogo appenninico? L’accenno alla “smart city” l’ha fatto il sindaco Enrico Bini lunedì sera, in sede di Consiglio comunale. Si è parlato di sicurezza allorchè è stata discussa una mozione del gruppo 5 Stelle che trattava di contrasto alla diffusione delle “slot machine”, le famigerate macchinette mangiasoldi. “Necessaria una cultura della legalità – ha detto il sindaco – che si esprime anche nell’attenzione agli affitti in nero, che rendono più difficili i controlli di chi arriva”

Powered by WordPress | Officina48