La Cisl sul punto nascite dell’Ospedale S. Anna: “Alla gente d’Appennino si deve chiarezza”

“Ci preoccupa l’escalation mediatica sul punto nascite se, questa, è segno di una carenza della politica”. AGGIORNAMENTO – Il Comitato “Salviamo le cicogne” annuncia che martedì 7 febbraio si recherà a Bologna, presso la sede della Regione Emilia-Romagna, per consegnare le oltre 10.000 firme raccolte e domandare che venga richiesta subito la deroga

Il sindaco Enrico Bini risponde a Fausto Nicolini sul punto nascite al S. Anna

Il sindaco ribadisce come “si debba considerare come livello di sicurezza nei servizi essenziali anche la vicinanza e la facile accessibilità”. Nota anche di Gabriele Delmonte (Lega nord)

I sindaci stimolati dalle “Cicogne: “Non è proprio il caso che ci accusiate di menefreghismo”

La risposta al Comitato: “Se l’agire dei comitati in genere si esplica principalmente attraverso iniziative a forte connotazione mediatica non è automatico che anche l’agire delle istituzioni, pur condividendo lo stesso obiettivo, debba avvenire nello stesso modo”. Ma il Comitato rilancia subito, prendendo di mira la riunione con l’assessore regionale Venturi e i vertici della sanità svoltasi venerdì nella sede della Provincia

Reparto nascite dell’Ospedale S. Anna: “Inquietante silenzio da parte delle amministrazioni locali”

Non ci mollano.  Non sono “emigrate”, come dicono loro (si parla di cicogne…). E oggi si fanno nuovamente vive con una lettera aperta ai vari sindaci della nostra montagna, che ricordano e ricordiamo: Daniela Pedrini (Busana), Paolo Bargiacchi (Collagna), Giorgio Pregheffi […]

Castelnovo / “La Regione si opponga alla chiusura del ‘punto nascite’ dell’Ospedale S. Anna”

Questa mattina i consiglieri del M5S Raffaella Sensoli e Gian Luca Sassi hanno presentato un’interrogazione e una risoluzione

Fausto Nicolini: “Ruolo strategico per l’Ospedale S. Anna”. AGGIORNAMENTI SUCCESSIVI – La precisazione di Nicolini e (nei commenti) l’intervento del sindaco Bini: “Difenderemo l’ospedale, non ci possiamo permettere di perdere nessun pezzo”

I sindaci montani hanno incontrato il capo della sanità provinciale ieri l’altro, nella sede dell’Unione montana dei comuni dell’Appennino reggiano. Si è parlato ampiamente anche della situazione del punto nascite, al centro di molti interventi nelle scorse settimane, tesi a difendere questo presidio ritenuto fondamentale per l’Appennino da qualsiasi ipotesi di chiusura. Al momento niente chiusura, ma appena più avanti che succederà?

Powered by WordPress | Officina48