Home Cronaca All’anagrafe disoccupato, per i carabinieri pusher. Arrestato

All’anagrafe disoccupato, per i carabinieri pusher. Arrestato

1
0

Sarà con ogni probabilità l’"effetto crisi". Fatto sta accade che un 57enne reggiano, da tempo disoccupato, si è dedicato all'illecita attività degli stupefacenti finendo in manette. Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri di Carpineti hanno arrestato un 57enne di Castelnovo ne' Monti, ristretto, al termine delle formalità di rito, a disposizione della Procura reggiana.

L’uomo ieri mattina è comparso davanti al Tribunale di Reggio Emilia e dopo la convalida dell'arresto stato sottoposto all'obbligo di presentazione alla P.G. in attesa del Carabinieriprocesso, fissato per il prossimo 16 aprile per rispondere delle accuse lui contestate. A lui i Carabinieri hanno sequestrato una trentina di grammi di marijuana, la cui detenzione è stata ricondotta ai fini di spaccio.

L'indagine dei Carabinieri di Carpineti è partita dall'attenta ma discreta attività di monitoraggio di alcuni giovani consumatori del paese, che hanno portato i militari a controllare l’uomo di Castelnovo.

L’altra mattina i militari carpinetani, forti delle risultanze investigative, si sono recati presso l’abitazione dell’uomo dando corso ad una perquisizione domiciliare, che ha dato esito positivo. L'interessato inizialmente si è mostrato collaborativo, consegnando spontaneamente 3 grammi di marijuana. Tuttavia la collaborazione non ha tratto in inganno i Carabinieri, che hanno proceduto alla perquisizione, rinvenendo nell'armadio della camera da letto un ulteriore involucro con oltre 30 grammi d marijuana. L'esame della rubrica del suo telefono permetteva inoltre di individuare, tra i contatti, un giovane noto ai Carabinieri come consumatore; il quale, convocato in caserma, ha confermato di essere cliente del 57enne e di aver acquistato da lui almeno in una decina di occasioni hascisc in ovuli e marijuana.

Alla luce di quanto accertato l’uomo è stato arrestato per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti. Nella mattinata di ieri, comparso davanti al Tribunale di Reggio Emilia dopo la convalida dell'arresto, è stato sottoposto all'obbligo di presentazione alla P.G. in attesa del processo, fissato come scritto per il prossimo 16 aprile per rispondere dell’accusa a lui contestata.

* * *

Correlati:

I carabinieri fanno “visita” ad un 45enne (4 aprile 2014)

 

Articolo precedenteGilda Zanni in Rinaldi del Casino di Castelnovo ne’ Monti di anni 83
Articolo successivoL’eccidio di Casa Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.