Home Società Transumanza da Bismantova a Lerici – Finalmente arrivati alla meta

Transumanza da Bismantova a Lerici – Finalmente arrivati alla meta

7
0
I protagonisti di Valicando: transumanza 2015
I protagonisti di Valicando: transumanza 2015.  Alessandro Vincenzi, Armando Scarica, Luca Bonati, Luca Bussolati, Paolo Sani, Roberto Grasselli e Stefano Casari

Martedi 5 Maggio alle ore 12.33, il gruppo di Valicando ha concluso la sua transumanza sul lungomare di Lerici, in una giornata decisamente estiva, sole, caldo, spiaggia affollata di famiglie: sembrava una scenografia allestita apposta per il loro arrivo, quasi a volere sottolineare per contrasto i loro scarponi, gli zaini, i bastoni, la fatica.
Un prologo e cinque tappe, 136 km camminati in sei giorni, 5103 m di dislivello totale in salita, 5500 in discesa, 13930 kCal bruciate e molte di più introdotte: questi i numeri.
Altri dati salienti: tutti i partenti sono arrivati a destinazione, con vari acciacchi (ginocchia, caviglie, spalle e vesciche dei piedi hanno gridato pietà lungo le ultime tappe) ma sulle proprie gambe.
La fortuna li ha assistiti anche col meteo: nonostante le previsioni contrarie, non c’è stata una goccia di pioggia lungo tutto il percorso. Un vento allucinante nella tappa dalla Pietra a Casalino, e la nebbia sul crinale: a parte ciò, clima ideale attraverso quattro stagioni (hanno camminato sulla neve per lunghi tratti verso il valico, e hanno fatto il bagno in mare a Lerici).
Il tratto più bello? la salita verso il Pradarena, seguendo la strada dell’Enel nei boschi sopra Ospitaletto, vedere la Pietra da lassù, pensando che il giorno prima si era partiti da lì, è una sensazione difficile da spiegare.
Il momento più difficile? la discesa del versante toscano verso Ponteccio, dove hanno perso la traccia del sentiero e hanno dovuto attraversare un torrente per non passare la notte nel bosco. Ma anche quello farà parte del bagaglio di ricordi da conservare, insieme alla gente di Appennino che hanno incontrato nelle strutture dove hanno sostato: mangiato benissimo, con punte di eccellenza, e incontrato persone da ammirare per la loro tenacia nel voler vivere e credere in quei posti, nonostante tutte le difficoltà. Meritano una citazione la Foresteria San Benedetto alla Pietra, l’Agriturismo 25 di Casalino (una gemma nascosta), la Locanda Il Castagno di Ponteccio, l’Agriturismo Tripala di Minucciano e il Borgo della Colomba di Giucano.
Cosa resta alla fine? Un pizzico di malinconia, senza dubbio: dopo mesi di programmazione dettagliata, e di sogni per quello che doveva venire, ora resta una sensazione di vuoto.
L’unico rimedio è riempire quel vuoto con nuovi progetti e nuove avventure.
Alla prossima!

***

Il racconto:

Ha avuto inizio il cammino di otto uomini verso i loro primi 50 anni e verso il mare, valicando l'Appennino.

La loro storia è stata raccontata nella trasmissione "Ecco a voi" (cliccare sul titolo per ascoltare la trasmissione), e la si può seguire quasi in diretta sulla pagina facebook dedicata a questa impresa.

Redacon ogni giorno riporterà in questo articolo una raccolta di momenti da condividere.

Aggiornamento 6 maggio 2015

Sono finalmente giunti alla meta!

Dopo il calvario
Dopo il calvario

Aggiornamento 4 maggio ore 24.00

Perle di ottimismo in momenti di crisi:
"Ho due piedi che mi fanno un male allucinante.
Però poteva andare peggio.
Potevo avere tre piedi".

 

Aggiornamento 2 maggio ore 13.00

PRIMA TAPPA
Eccoci qui. Dopo quattro mesi di preparazione (pianificazione percorsi, scelta dell'abbigliamento, allenamenti, dubbi, discussioni, eccitazione) alla fine è arrivato anche il Primo Maggio e si parte.
No, non è l'Expo, baby. È Valicando.
Delle formazione prevista (Otto uomini in cammino) prenderanno il via in sei: Massimiliano è rimasto in Africa (ma partecipa col pensiero) e Roberto ha un problema a un ginocchio e conta di raggiungerci nella ultime tappe (ma è venuto sulla linea di partenza per la foto di gruppo).
Vediamo di arrivarci tutti fino in fondo, ora.
Cominciamo lasciando la Pietra e incamminandoci verso Sud, verso il crinale che attraverseremo domani e verso cinque giorni di emozioni da raccogliere.

"Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta: cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente, dicono sempre "Andiamo", e non sanno perchè. I loro desideri hanno le forme delle nuvole."
(Charles Baudelaire)

PROLOGO

Non poteva che partire da qui.
Un viaggio pieno di simboli (il nome stesso è tutto un programma, "Valicando") non può che iniziare da un luogo simbolico, un punto di svolta, spartiacque tra un Prima e un Dopo in una vita.
E una transumanza all'incontrario (a primavera le greggi andavano dal mare alla montagna, non viceversa...) inizia sulle sponde di un torrente che scorre all'incontrario (in questo punto il Tassobbio va dalla pianura verso la montagna: guardare una cartina per credere).
Viene da pensare che la cronaca di questo viaggio l'avrebbe dovuta scrivere se non Calvino, almeno Stefano Benni.
Oggi è solo un prologo, l'avvicinamento alla partenza vera e propria di domani mattina. Ma un prologo necessario, per me.
Andiamo!

Luca

 

 

Partecipanti:

  •  Alessandro Vincenzi, nato a Fidenza, vive e lavora a Carpi dove è socio in una Clinica per piccoli animali (ma sogna di tornare alle radici, alla terra e all’appennino); è un cercatore di funghi e un cuoco fenomenale.
  • Armando Scarica, nato a Parma abita a Casalbaroncolo dove dirige l’azienda agricola di famiglia e si occupa della salute dei propri bovini. E’ l’unico che non si è mai mosso dalla casa di famiglia.
  •  Luca Bonati, nato a Fidenza abita a Treviglio con Roberta e lavora all’Università di Parma: praticamente una vita in treno, è il critico musicale, letterario e cinematografico del gruppo.
  •  Luca Bussolati nasce a Parma e dopo la laurea e il matrimonio si trasferisce a Casalgrande dove la famiglia ancora risiede; attualmente lavora a Praga ma si è comprato un rifugio sull’Appennino Reggiano dove spera di andare a vivere quanto prima.
  •  Paolo Sani, da Parma, lavora a Lisbona come General Manager di una casa farmaceutica. L’anno scorso il gruppo si è ritrovato a Lisbona, ora si muove lui; è comunque il riferimento del gruppo per salumi di eccellenza.
  •  Roberto Grasselli, da Cremona; il genio del gruppo all’Università, è ora Dirigente Veterinario alla AUSL di Parma. E’ stato campione di sci e ora lo è di golf; l’unica cosa che potrebbe impedirgli di partecipare alla transumanza è un invito alla Ryder Cup.
  •  Stefano Casari, da Suzzara dove tuttora vive e lavora come Veterinario nella propria clinica. Ha viaggiato in tutto il mondo ma il suo cuore è legato alla Borgogna e al Pinot Nero; è accompagnato da Lilly, la mascotte del gruppo.

Tappe

  • 30 Aprile – PROLOGO: Monte Venera – Pietra di Bismantova
  • 1 Maggio – 1a TAPPA: Pietra di Bismantova – Ligonchio
  • 2 Maggio – 2a TAPPA: Ligonchio – Sillano
  • 3 Maggio – 3a TAPPA: Sillano – Minucciano
  • 4 Maggio – 4a TAPPA: Minucciano – Fosdinovo
  • 5 Maggio – 5a TAPPA: Fosdinovo – Lerici

 

 

Articolo precedenteIl fotoracconto della Fiera agricola agroalimentare macchinari & bestiame di Cavola
Articolo successivoA Radionova “Ecco a voi…” / Fausto Giovanelli, presidente del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, si parla di MaB UNESCO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.